CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

FIM 2017 Arthur Brown incendia la prima giornata, oggi e domani ospiti stellari ad Erba foto

L’eco impazzita delle ultime note di “Fire” avrà rimbalzato a lungo nei padiglioni di Lariofiere.  Il concerto del Crazy World of Arthur Brown che ha chiuso la prima giornata del FIM – Fiera Internazionale della Musica ad Erba è la dimostrazione che non si è mai abbastanza vecchi per “sbattersi” sopra e sotto un palco, non si è mai abbastanza vecchi per la musica.

fim 2017

Il 75enne Arthur Brown dismesso il trucco corpse painting di gioventù si è presentato sul Main Stage del FIM in un variopinto maquillage intonato a tutta una serie di costumi scenici i cui frequenti cambi hanno scandito l’ora e mezza di concerto. Seppur calorosissimi gli spettatori accorsi per applaudire una pezzo della storia del rock britannico erano davvero pochi e questo dispiace perchè gli organizzatori della Fiera Internazionale delle Musica contano molto su questa seconda edizione in terra comasca di una manifestazione nata a Genova che vuole rappresentare il mondo musicale a 360 gradi.

Oltre a espositori, editoria, laboraori, convegni e novità, è talmente lunga la lista degli ospiti che risulta difficile elencarla tutta. Solo ieri sono stati al FIM Mario Lavezzi, Dario Baldan Bembo e Cristiano “Popy” Minellono tre autori italiani tra i più apprezzati, il Conservatorio di Milano, il progetto Rockin’1000 e un testimone del rock come Omar Pedrini

fim 2017

Tante anime, tantissimi nomi, un universo di storie, esperienze, professionalità e provenienze musicali nella Quinta Edizione di FIM – Fiera Internazionale della Musica che prosegue oggi e domani a Lariofiere di Erba. Se gli appassionati di rock, prog, jazz e musica classica troveranno numerosi spunti di confronto e di scoperta, gli amanti della canzone, sia leggera che d’autore, del pop di qualità e delle produzioni italiane dal respiro internazionale potranno attingere a tantissime informazioni grazie a vecchi e nuovi protagonisti di questo mondo.

Tra i volti nuovi quello di Marianna Mirage, anche lei ospite in Casa FIM sabato 27 alle 19.30: affermatasi nel nuovo panorama pop italiano grazie all’album “Quelli come me” – prodotto da Sugar di Caterina Caselli – e a a un melange di atmosfere soul e black, Marianna è tra le figure più interessanti del nuovo pop italiano. Lo scorso febbraio ha partecipato a Sanremo con “Le canzoni fanno male”, scritta da Francesco Bianconi dei Baustelle e Kaballà.

Anche quest’ultimo, al secolo Pippo Rinaldi, partecipa a FIM 2017, domenica 28 alle 15.45 con l’intervista “Viaggio Immaginario nella Sicilia della Memoria”. Un titolo evocativo per l’autore siciliano, firma tra le più richieste, ammirate e pregevoli della nostra canzone: Pippo ‘Kaballà’ Rinaldi ha composto per Eros Ramazzotti, Antonella Ruggiero, Mario Venuti, Nina Zilli, Marco Mengoni, Placido Domingo e tanti altri, racchiudendo nella sua scrittura memoria e futuro, Sicilia e mondo.

E domenica l’ospite più atteso sarà Davide Van De Sfroos che, alle 17.15, presenterà la sua avventura verso il concerto di San Siro del 9 giugno 

fim 2017

Ma anche altri ospiti scaldano i fans, sono quelli internazionali che rievocano nomi come Dire Strais, Van Der Graaf Generator e King Crimson.

Oggi di scena a Erba il rock inglese degli anni ’60 e ’70 con David Cross (ex violinista/tastierista dei King Crimson), David Jackson (ex saxofonista dei Van Der Graaf Generator) e David Knopfler (ex chitarra ritmica dei Dire Straits). I tre “David” sono stati invitati al FIM per presentare i loro attuali progetti musicali.

A David Cross è bastato firmare la splendida “Starless”, ispirata song dell’album dei King Crimson “Starless and Bible Black” (1974) per entrare a pieno titolo nel gotha del prog inglese. Violinista della band di Robert Fripp nel periodo 1973-1974 (Larks’ Tongues in Aspic, Starless and Bible Black e Red), David Cross è un modello di riferimento per chiunque voglia suonare il violino in chiave moderna. Dopo aver fondato la band They Came from Plymouth, più vicina all’improvvisazione di stampo jazzistico, e aver lavorato in vari progetti, anche in ambito teatrale, ha fondato la David Cross Band.

David Cross sarà presente al FIM di Erba sabato 27 maggio per incontrare il pubblico in CASA FIM (lo stage-tv in diretta streaming), dove riceverà il FIM Award – Modern Violin. La David Cross Band si esibirà poi la sera sul main stage del FIM dalle 23 in avanti.

Sassofonista, flautista e compositore di area progressive, David Jackson ha fatto parte dei Van Der Graaf Generator di Peter Hammill, collaborando successivamente con lo stesso Hammill e con altri nomi del calibro di Peter Gabriel e Keith Tippett. Definito dalla rivista inglese New Musica Express “il Van Gogh del saxofono”, David Jackson è anche noto per il suo particolare stile, che prevede spesso l’uso di due saxofoni contemporaneamente.

A fianco della sua attività di musicista, che lo ha visto impegnato anche in Italia (Alan Sorrenti, Osanna e Alex Carpani Band tra gli altri), “Jaxon” ha svolto un’intensa attività didattica che lo ha portato a utilizzare un sistema tecnologico di supporto alle disabilità, progettato da Edward Williams e denominato Soundbeam. Anche David Jackson sarà sul palco con la David Cross Band.

40 anni fa, nel 1977, nascevano i Dire Straits. Tra i fondatori c’era anche David Knopfler, chitarrista/songwriter e fratello minore del co-fondatore Mark. Dopo aver contribuito al successo del primo album della band inglese (ha venduto più di una decina di milioni di copie), David Knopfler ha deciso di abbandonare il gruppo per intraprendere una prolifica carriera solista. David Knopfler sarà presente al FIM di Erba sabato 27 maggio per un’intervista in casa FIM alle 17.15

Dopo Knopfler gli ospiti in Casa FIM aprono al jazz e sono Tino Tracanna e, subito dopo, Patrizio Fariselli. Il primo è una figura seminale per il sax jazz italiano degli ultimi 40 anni, Tracanna racconterà la propria visione del sassofono attraverso i suoi lavori da bandleader, o in compagnia di giganti come Franco D’Andrea e Paolo Fresu.  Patrizio Fariselli, ex tastierista degli Area, si rivelerà al pubblico nel suo percorso, davvero sui generis, tra musica, scrittura e immagine. A Fariselli verrà consegnato il FIM Award 2017 “Creative Keoyboards”.

fim 2017

Ma la Fiera della Musica è davvero a 360 gradi, infatti anche la musica colta è contemplata con grande spazio al Conservatorio G.Verdi di Milano e di Como. Per quanto riguarda il Conservatorio di Como, il programma di FIM prevede alcune iniziative come l’intervento in Casa FIM avvenuto nel primo pomeriggio nel quale Carlo Balzaretti, direttore del Conservatorio, ha presentato le future iniziative nell’ambito della musica elettronica, jazz e pop; a seguire domenica 28 alle 12.00 sul palco Live Stage lo showcase dell’Elettrosensi Laptop Ensamble, un collettivo formato da studenti e non della classe di Musica elettronica. Anche la presenza di Dado Moroni domenica 28 è legata al Conservatorio di Como, dove il pianista jazz è titolare di un corso.

Importanti anche gli showcase vari legati al mondo eurocolto, sia classico che contemporaneo: il sofisticato pianoforte modern-classical di Marcello Bonanno (sab. 27 h. 12.30), l’arpa contemporanea di Floraleda Sacchi (sab. 27 h. 14.00), il pianoforte a quattro mani con il duo di Nicoletta e Angela Feola (sab. 27 h. 16.45), i concerti visual del pianista Alessandro Marangoni (dom. 28 h. 12.45), la creazione di musica per il web con Filadelfo Castro e Stefano Longoni (dom. 28 h. 14.30), le scoperte del violino di seta e altri materiali rivoluzionari con Luca Alessandrini (dom. 28 h. 15.00).

fim 2017

Accanto al pop/rock, alla canzone d’autore, al jazz e alla musica classica, FIM – Fiera Internazionale della Musica propone uno spazio importante anche per il progressive-rock. Talmente importante da essere diventato – su iniziativa della instancabile etichetta genovese Black Widow Records – una sorta di “cellula” autonoma all’interno di FIM 2017 ribattezzata Lario Prog.

Lario Prog è una kermesse all’insegna della grande esperienza progressive, tutta concentrata nella pulsante area live, quella del Main Stage con il meglio del progressive italiano e straniero, a conferma della vitalità e della versatilità del genere.

Sabato 27 maggio tocca a un nutrito drappello, stavolta dalle ore 17.00: Phoenix Again, 5 Friends, Astrolabio, Ubi Maior, Delirium, David Cross Band con la partecipazione straordinaria di David Jackson, un’accoppiata quest’utima devota al sound di King Crimson e Van Der Graaf Generator. Gran finale domenica 28 con Endless Harmony, Fenix Tales, l’attesa partecipazione dello Zoo di Berlino con special guest il leggendario Rovescio della Medaglia, infine gli Inior, dopo i quali partirà l’iniziativa legata al tributo a Elvis Presley. Da non dimenticare anche la presenza di Patrizio Fariselli, inevitabilmente legato all’esperienza progressive degli Area: il tastierista sarà ospite in Casa FIM sabato 27 alle 18.00, dove riceverà il FIM Award ‘Creative Keyboard’.

26, 27 e 28 maggio 2017, tre giorni speciali per la musica con FIM – Fiera Internazionale della Musica, alla Fiera di Erba (a soli 40 km da Milano). FIM 2017 (Quinta Edizione) è un villaggio musicale aperto a tutti. FIM 2017 sarà un importante momento di formazione, informazione, incontro, confronto, cultura e divertimento. FIM 2017 sarà strutturato in diverse aree: Showroom (esposizioni, incontri, esibizioni etc.), Prog Day (dedicata al progressive-rock), Casa FIM (stage tv in diretta streaming con Jocelyn), FIM Social (spazio di presentazione musicisti), Radio FIM (web radio in diretta), FM OffStage (spazio per interviste musicisti), FIM On Air (web radio e web tv), FIM Educational (laboratori di orientamento musicale per ragazzi), Area Demo (prove, workshop, presentazioni), infine FIM Awards (incontri con i big della musica e consegna premi). E’ disponibile anche la APP di FIM Fiera, con Programmi aggiornati, Artisti e Ospiti internazionali, Sconto di 2€ sul Biglietto, Alberghi convenzionati, Localizzazione e come raggiungere LarioFiere, Mappe, Espositori e tanto altro.