CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La Parmalat si chiama fuori:”Noi parte lesa, camionisti non nostri dipendenti” foto

La nota ufficiale dell'azienda che ha visto molti dei suoi autisti coinvolti nella vicenda del rinnovo Cqc:"Vogliamo chiarire ogni cosa".

La Parmalat si chiama fuori. Del tutto estranea a questa clamorosa inchiesta sulle licenze Cqc dei suoi camionisti (molti di loro tra i “beneficiari” dei presunti favori secondo le accuse). L’azienda, con una nota ufficiale diffusa in queste ore, precisa la sua posizione e si dichiara parte lesa. Leggi (sotto) il comunicato stampa
In merito alle notizie relative all’inchiesta su una presunta compravendita di licenze per camionisti, Parmalat intende precisare che si ritiene parte lesa e sta collaborando già da diversi mesi con gli inquirenti e le forze di Polizia al fine di chiarire ogni eventuale responsabilità di propri dipendenti.
L’azienda si riserva ogni iniziativa nei confronti di terzi a tutela delle proprie ragioni e della propria onorabilità.
L’azienda precisa anche che gli autotrasportatori non sono dipendenti ma collaboratori esterni.