CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Lunedì del Cinema: dall’Iran il premio Oscar “Il Cliente” foto

Penultimo film in programma per la rassegna “I Lunedì del Cinema” 25° edizione. “Il Cliente” dell’iraniano Asghar Farhadi, ultimo lavoro in ordine di tempo di uno dei registi contemporanei più amati e premiati ai festival cinematografici più importanti del mondo, e che si è aggiudicato per ben due volte nel giro di cinque anni il premio Oscar come autore del Miglior Film Straniero. Quest’anno ha sollevato un caso la sua assenza alla cerimonia degli Oscar per protesta contro le misure restrittive per l’ingresso negli Stati Uniti imposte a sette paesi, Iran compreso, dall’amministrazione Trump.

 

Asghar Farhadi torna a Teheran per proporre una vicenda in cui azione teatrale e quotidianità finiscono con il ritrovarsi in una specularità significante. Emad e Rana sono due coniugi costretti ad abbandonare il proprio appartamento a causa di un cedimento strutturale dell’edificio. Si trovano così a dover cercare una nuova abitazione e vengono aiutati nella ricerca da un collega della compagnia teatrale in cui i due recitano da protagonisti di “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller. La nuova casa era abitata da una donna di non buona reputazione e un giorno Rana, essendo sola, apre la porta (convinta che si tratti del marito) a uno dei clienti della donna il quale la aggredisce. Da quel momento per Emad inizia una ricerca dell’uomo in cui non vuole coinvolgere la polizia.

Con questa visione speculare il regista invita gli spettatori a leggere la duplice finzione (teatrale e cinematografica) e ad individuarne gli scambi. Chi conosce il testo di Arthur Miller sa che seppe descrivere un momento di svolta nella dimensione sociale degli States attraverso le vicende familiari del suo protagonista. È quello che anche Farhadi vuole fare, individuando in questa fase storica dell’Iran una trasformazione così veloce dal finire con lo schiacciare chi non è pronto per adattarvisi. Questa lettura sociologica viene filtrata attraverso quella che per il regista è la cartina al tornasole delle dinamiche umane: la coppia. Emad (che è anche insegnante) e Rana sono una coppia affiatata sia nel privato che sulla scena ma nella loro vita irrompe l’atto violento che ne modifica profondamente le coordinate esistenziali. Se nella donna si insinua un senso di instabilità e di paura prima ignoto, nel marito si fa strada un desiderio di fare giustizia misto ad un atavico senso di onore perduto. Finiranno con il trovarsi anch’essi dinanzi a un ‘venditore’ del quale dovranno decidere la sorte. Sarà proprio in questa occasione che la tenuta della loro coppia verrà messa alla prova.

Il film di Farhadi (già autore dei pluripremiati “About Elly” del 2009, “Una separazione” del 2012, “Il passato” del 2014) si è aggiudicato due Palme d’oro al Festival di Cannes 2016 (Miglior Attore a Shahab Hosseini e Miglior Sceneggiatura allo stesso Farhadi) e il premio Oscar 2017 come Miglior Film Straniero.

 

Spazio Gloria via Varesina – Como

Lunedì 22 maggio ore 21

IL CLIENTE di Asghar Farhadi

Drammatico
Durata
Uscita ITA
Attori
Shahab Hosseini, Taraneh Alidoosti
Ingresso intero 7€ – Ridotto 5€
Riservato ai soci Arci