CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

L’affondo di Traglio:”Io guardo avanti, Landriscina ed i suoi all’indietro…” foto video

L’affondo arriva con una nota ufficiale in queste ore. Proprio mentre uno dei rivali – Mario Landriscina – riceve la visita di Roberto Maroni prima e poi presenta la sua lista civica “Insieme”, ecco la stoccata di Maurizio Traglio che pure lei ha inserito nella sua Svolta civica figure di spessore come Barbara Minghetti e Vittorio Nessi. Ecco parole e pensieri di Traglio, nel mirino Landriscina e la sua coalizione

Sono orgoglioso di poter dare l’ufficialità della candidatura di Barbara Minghetti, persona che non sta a me presentare alla città, visto che è ben nota per il suo valore e per aver portato il Teatro Sociale, in veste di presidente di ASLICO, ai livelli di eccellenza che tutti conosciamo. La stessa eccellenza a cui ambiamo noi, con la nostra lista civica e la nostra coalizione al completo, che abbraccia sensibilità e competenze diverse, dagli Ecologisti, al PD fino ad, appunto, il civismo di Svolta civica per Como.

Mentre Landriscina si dice orgoglioso di avere al fianco figure politiche come Salvini e Claudio Borghi, il teorico dell’uscita dall’euro e del ritorno indietro nel tempo, noi vogliamo guardare avanti per una svolta vera e improntata allo sviluppo che avrà nella cultura e nel turismo un asset fondamentale. Ricordo, tra l’altro, che il Borghi candidato ha un solo trofeo elettorale da mostrare: la sonora sconfitta, due anni fa, contro il candidato del centrosinistra in Toscana.

Del resto, il valore di Barbara Minghetti non è riconosciuto soltanto a Como, visto che  anche il sindaco più apprezzato d’Italia, Federico Pizzarotti, primo sindaco eletto per i 5 Stelle e poi espulso evidentemente perché troppo in gamba, ha voluto Barbara al suo fianco in questi anni. Ecco, sull’eccellenza che Barbara rappresenta benissimo, intendo basare il mio modo di amministrare, in una visione che vuole guardare avanti, alla Como dei prossimi 30 anni e non guardare indietro, come fa chi vuole riportare, peggiorandoli, i tempi infausti che tutti ben ricordano.