CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il doppio saluto di Cantu’: alla Mia non basta De Sfroos, salva la Libertas foto

Finisce il campionato del basket: ko nell'ultima gara a Desio. I ragazzi del presidente MOlteni espugnano Brescia per 3-0 in gara5 dei play-out.

Una domenica – praticamente in contemporanea alle 18 – con il brivido dentro per la Cantu’ sportiva, Quella del basket, la Mia, che saluta a Desio i suoi tifosi con una sconfitta (77-91) contro la Dolomiti Energia Trento. Prima della partita in campo anche Davide Van De Sfroos, ma la sua presenza non serve per il successo. E quella del volley maschile che brinda alla permanenza in A2 della sua squadra dopo un anno difficile, travagliato, complicato tra infortuni ed un po’ di sfortuna. La squadra di Della Rosa vince 0-3 a Brescia gara 5 dei play-out e si salva.

QUI IL TABELLINO E LE NOTE DI CRONACA

CENTRALE DEL LATTE MC DONALD’S BRESCIA – POOL LIBERTAS CANTU’ 0-3 (20-25, 24-26, 21-25)

CENTRALE DEL LATTE MCDONALD’S BRESCIA: Torre, Bisi, Cisolla, Tartaglione, Agnellini, Esposito, Fusco (L), Sorlini, Statuto, Crosatti, Zanardini Lazzari, Tasholli Bergoli, Lazzari (L2). All: Zambonardi, Ass: Pioselli.

POOL LIBERTAS: Gerosa, Oliveira, Riva, Richards, Monguzzi, Alborghetti, Butti (L1), Cominetti, Mazza, Groppi, Cordano,Laneri, Boffi (L2). All: Della Rosa Ass. Redaelli

Arbitri: Massimiliano Giardini, Giuseppe Curto

Nella sera più importante dell’anno il Pool Libertas espunga il San Filippo e si guadagna la salvezza con un netto 3-0 arrivato dopo un ottimo primo set e i successivi due combattutissimi. Il Pool Libertas si conquista subito il primo break di vantaggio con due ace (Riva prima e Alborghetti poi) che valgono il 3-1. Brescia ha un inizio molto falloso e la doppia di Torre vale il massimo vantaggio sul 7-3. Cantù allunga ancora e sul 10-5 Zambonardi decide di chiamare Time Out. Al rientro in campo Brescia ricuce parzialmente lo strappo arrivando a -1 (11-10). Cantù riesce a riallungare grazie a un contrattacco di Caio pche poi manda out il possibile +4. Brescia ovviamente non ci sta e ritorna a -1 (17-16) con un ace di Tartaglione. Un errore di Torre dopo una bella battuta di Riva porta il Pool Libertas a +3 (19-16). Il secondo time out di Zambonardi non produce gli effetti sperati e Cantù torna al +4 con la chiusura di Richards dopo una ricezione difettosa di Tartaglione, che v1iene riciamato in panchina per far spazio a Crosatti (21-17 Cantù). Cisolla tenta di riportare i suoi in parità ma Cantù è lanciata e va a chiudere 25-20 con Caio.

Anche nel secondo set il Pool Libertas va subito a conquistarsi il break di vantaggio ma Brescia impatta a quota 4 con Tartaglione e si porta avanti con un errore di Caio e si conquista il break con tre muri punto consecutivi (8-5 Centrale). Il Pool Libertas reagisce subito riportandosi a -1 (9-7) con un ace di Gerosa ma Brescia restituisce subito il break aumentando anche il divario. La squadra di casa è sopra 11-7 e Max Della Rosa spende il primo time out. I bresciani sono lanciati e toccano il +6 (13-7). Il Pool Libertas cerca di rosicchiare qualche punto e dimezza lo svantaggio arrivando a -3 (15-12). A chiamare il time out questa volta è la panchina bresciana. Al rientro in campo Caio trova un ace che riduce ancora il divario. Sul 16-13 locale Zambonardi inserisce per la battuta Zanardini su Cisolla ma Cantù, in questo frangente di set riesce a trovare con continuità il cambiopalla. Un altro break di Cantù vale il -1 sul 18-17 ma Cantù sbaglia due attacchi consecutivi regalando a Brescia il nuovo +3 (20-17). Un ace di Riva riporta Cantù al minimo scarto. Sul 21-20 Centrale Max Della Rosa inserisce Mazza al servizio su Alborghetti. Cantù trova il pareggio con il muro di Richards su Bisi. Il finale di set è al cardiopalma con Cantù che va avanti 23-22 con un contrattacco di Richars. A chiamare time out questa volta è Brescia che riconquista il cambiopalla con Cisolla. Ancora Richards per il primo set point Cantù, annullato però da Bisi. Caio da a Cantù il 25-24. Cantù va a vincere il secondo set con un muro di Alborghetti su Bisi.

Il terzo set si apre con due ace consecutivi di Matteo Riva che danno subito il break a Cantù, subito pareggiato da due ace consecutivi di un Tartaglione ispirato dai nove metri. Altri due punti consecutivi valgono il 5-2 Brescia. Il set è un elastico con le squadre che si rispondono a colpi di break, Brescia tocca il +4, Cantù impatta a 11 con il muro di Riva su Bisi. Zambonardi ferma il gioco. Il nuovo break dei locali arriva sul 15-12 propiziato da due errori di Cantù. Il Pool Libertas ancora una volta tenta di ridurre il gap e ci riesce a quota 18 (fallo di seconda linea di Bisi). Il Pool Libertas riesce anche a mettere la freccia con un contrattacco di Caio (19-18 e secondo Time out Zambonardi). E’ ovviamente Cisolla a mettere a terra il pallone del pari a 19. Anche nel terzo set ci si avvia alla fine con il punteggio in parità. Cantù conquista il break con un muro di Richards su Tartaglione e pooi il primo match point con l’ace di Riva. Matteo, autore di una serie molto concreta mette un altro bel servizio che Fusco riceve male. Jordan Richards salta e mette a terra il punto che da la salvezza a Cantù.

“E’ stato un anno molto difficile per noi, con tanti problemi ma alla fine, con un cuore da leoni siamo riusciti a vincere questa partita, dopo tanta sfortuna in questa serie. Ci siamo presi quello che meritavamo vincendo con un 3-0 che non lascia spazio a commenti” ha detto Ambrogio Molteni, il presidente, al termine della partita.

TABELLINO DELLA MIA CANTU’

MIA CANTU’  77

DOLOMITI ENERGIA TRENTO  91

(17- 28, 40- 51, 65- 69)

 

MIA CANTU’: Acker 2, Ballabio, Cournooh 11, Baparapè, Parrillo, Pilepic 15, Calathes 10, Callahan 4, Dowdell 19, Quaglia, Johnson 14, Slokar 2. All. Recalcati.

DOLOMITI ENERGIA TRENTO: Sutton 15, Craft 9, Moraschini 5, Forray 7, Conti ne, Flaccadori 7, Lovisotto ne, Gomes 16, Hogue 16, Lechthaler 2, Shields 14. All. Buscaglia.

 

Arbitri: Sardella, Aronne, Boninsegna.

mia cantu' trento a desio

Gara in salita per Cantu’, certo, ma con Trento che ha dovuto faticare per avere la meglio dei ragazzi di Recalcati.  Avvio di partita positivo per gli ospiti che con Hogue, Gomes e la bomba di Craft si portano sul 7 a 2 dopo due minuti nonostante il canestro di Pilepic. Gomes fa allungare i bianco- neri sul 9 a 2 costringendo coach Recalcati a chiamare time- out. Trento continua nel suo break e con Shield e Gomes vola sul 15 a 3 di metà prima frazione. Cantù prova a reagire con Pilepic e il gioco da tre punti di Johnson, ma Sutton e Hogue tengono la squadra di Maurizio Buscaglia avanti per 19 a 8. Flaccadori risponde a Johnson, che però insacca anche la tripla del -8 interno (13 a 21). Sono Hogue e Lechthaler a far scappare nuovamente la Dolomiti Energia sul +12 (25 a 13) a due minuti dal termine del primo quarto. Gomes, dall’arco, risponde a Johnson, Slokar non sbaglia l’appoggio e la MIA rimane sul -11 (28 a 17) alla fine del primo periodo.

mia cantu' trento a desio

La seconda frazione si apre con i liberi di Moraschini a cui replica Dowdell per il -10 casalingo (29 a 19) a 8 minuti dall’intervallo. I bianco- blu cercano di reagire con Dowdell, Sutton e Hogue però tengono gli ospiti sul +11 (33 a 22). E’ Callahan, con 4 punti consecutivi, a riportare Cantù sul -9 (35 a 26) nonostante la schiacciata di Hogue. Il contro- break di 6 a 0 esterno, firmato Sutton- Moraschini, permette ai bianco- neri di allungare sul +16 (42 a 26) a metà del secondo quarto. Hogue segna da sotto, Johnson infila un libero, prima dell’appoggio di Shields che vale il +19 trentino (46 a 27). I padroni di casa non mollano e con il tiro pesante di Pilepic e Cournooh si avvicinano sul -15 (46 a 31) a due minuti e mezzo dal termine del primo tempo. Dowdell risponde a Forray, Johnson insacca i personali del -13 interno (48 a 35). Gomes, dalla lunga, tenta di far scappare via la Dolomiti Energia, ma la formazione di coach Recalcati, con Dowdell e Pilepic, rimane sul -13 (51 a 38). E’ proprio Dowdell, con una grande affondata, a far tornare la MIA sul -11 (51 a 40) all’intervallo.

Il secondo tempo inizia bene per Cantù che con la zona 3-2, le bombe di Pilepic e Calathes e la penetrazione di Cournooh si riporta a contatto sul -5 (53 a 48) dopo due minuti e mezzo. Trento non ci sta e con Shields e Sutton riprende 9 lunghezze di vantaggio. Il contro- break di 5 a 0 interno, firmato Calathes- Pilepic, riavvicina i bianco- blu sul -4 (57 a 57) a metà del terzo periodo. I padroni di casa continuano sia nella zona sia nel loro parziale e con Dowdell e la tripla di Cournooh sorpassano sul 58 a 57. Craft, dalla lunetta, replica al contropiede di Pilepic, Flaccadori realizza il tiro pesante del nuovo +2 bianco- nero (62 a 60) a due minuti dalla fine della frazione. Gli ospiti si schierano a loro volta a zona e con Forray e Shields allungano sul +7 (67 a 60). Ancora una volta la MIA non molla e con Acker e Dowdell rientra sul -4 (65 a 69) su cui si chiude il terzo quarto nonostante la schiacciata allo scadere di Sutton.

L’ultimo periodo inizia con la penetrazione di Flaccadori a cui risponde dall’arco Calathes per il -3 casalingo (71 a 68) a sette minuti e mezzo dalla conclusione del match. Sono Shields e Forray a riportare Trento sul +7 (77 a 70). Cantù non ci sta e con Calathes e Cournooh torna a contatto sul -3 (75 a 72) a metà dell’ultima frazione. Gomes colpisce dalla lunga, Cournooh lo imita immediatamente, prima dell’affondata di Shields che vale il +5 esterno (80 a 75). Craft, dalla lunetta, replica a Dowdell, Sutton insacca il +7 bianco- nero (84 a 77) a due minuti e mezzo dal termine della partita. Sono Hogue e Craft che fanno volare la  formazione di coach Buscaglia sul +11 (88 a 77) a un minuto dalla sirena chiudendo di fatto la sfida. La bomba di Gomes serve solamente a fissare il risultato finale sul 91 a 77 per la Dolomiti Energia.

(foto da sito Pallacanestro Cantu’ di Chiara Turati)