CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

25 aprile a Como: i relatori delle celebrazioni per il 72° anniversario foto

Più informazioni su

Si svolgerà domani al Monumento alla Resistenza, ai giardini a lago, alle 11  la cerimonia ufficiale in occasione della ricorrenza del 25 aprile. Il programma prevede la deposizione delle corone con il sindaco di Como Mario Lucini, il prefetto Bruno Corda e il consigliere provinciale Ferruccio Cotta.

Seguiranno i discorsi degli oratori, Mario Lucini, sindaco di Como, Carlotta Bagnasco, Consulta degli studenti comaschi, Guglielmo Invernizzi, presidente dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, sezione provinciale di Como. La cerimonia sarà accompagnata dalla musica eseguita dalla Banda Baradello, diretta dal maestro Ettore Anzani. Le celebrazioni al Monumento alla Resistenza saranno precedute da una messa a suffragio presieduta da Don Andrea Messaggi alle ore 9.30 al Cimitero Monumentale e alle 10 dalla deposizione delle corone al Sacrario Militare.

Quest’anno ricorre il settantaduesimo anniversario della Liberazione d’Italia. Monumento alla Resistenza Europea Il monumento venne realizzato dal Comune di Como, con la collaborazione dell’Istituto di Storia del Movimento di Liberazione di Como (oggi Istituto di Storia Contemporanea Pier Amato Perretta). Una commissione di esperti indicò come progettista l’artista milanese Gianni Colombo (1937-1993). Il monumento si trova nei giardini a lago, nelle vicinanze del Monumento ai Caduti realizzato da Giuseppe Terragni. Le tre scale convergenti fra loro ricordano le impervie scalinate percorse con sempre maggior tormento dai deportati nei campi di sterminio nazisti. Le piastre metalliche portano incisi brani delle ultime volontà scritte dai condannati a morte, appartenenti a comunità e nazionalità diverse. La stele, racchiusa a bacheca, contiene frammenti di pietre provenienti dai campi di sterminio di Natzweiler-Struthof, Ravensbrüch, Sachsenhausen, Bergen-Belsen, Auschwitz, Dachau, Mauthausen, Theresienstadt, Risiera di San Sabba, Buchenwald, Flossenburg. La pietra proveniente da Hiroshima è monito severo perché tali orrori non si abbiano più a verificare. Il monumento venne inaugurato alla presenza del presidente della Repubblica Sandro Pertini il 28 maggio 1983. Eventi collaterali Tra gli eventi collaterali legati alle celebrazioni per il 25 aprile, alle ore 9.30 del 25 aprile l’associazione anziani “I ragazzi della terza età” ha organizzato una commemorazione di Severino Gobbi, partigiano comasco ucciso dai nazisti il 24 marzo 1945 a Solcio, un piccolo borgo del comune di Lesa, sul lago Maggiore. Il corteo partirà dalla casa dove visse la famiglia Gobbi in via Castellini 4/C e proseguirà fino alla scuola Primaria di via Viganò intitolata alla memoria del partigiano, morto a diciotto anni. Alla cerimonia per l’amministrazione comunale interverrà l’assessore Bruno Magatti.

Più informazioni su