CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Como sempre più turistica, al via la partecipazione a “Cult City #inLombardia” foto

Durante il lunedì di Pasquetta Instagram ha avuto 2.800 utenti attivi in città – con oltre 2.400 scatti associati a Como. Una conferma di quanto Como sia apprezzata da italiani e stranieri. Ora il Comune punta a un altro passo in avanti con la partecipazione al progetto regionale “Cult City #inLombardia” è un’ulteriore conferma della volontà di cogliere ogni opportunità in questa direzione.

Alla città Cult City si presenterà con la Open Night di sabato 27 maggio a partire dal pomeriggio per tutta la serata con concerti, spettacoli, musei e teatri aperti per un’unica grande festa per celebrare insieme la Festa della Lombardia e la chiusura dell’Anno del Turismo.

Nell’Anno del Turismo, Regione Lombardia e le amministrazioni comunali dei capoluoghi di provincia, in collaborazione con Unioncamere Lombardia lanciano “Cult City #inLombardia” progetto che vede le città di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Monza, Pavia, Varese, Sondrio coinvolte in un piano strategico di promozione turistica unitario e innovativo.

Undici città Cult che guardano al futuro. Il racconto, realizzato con la collaborazione dei territori, si estenderà nel tempo, invitando le persone, che queste città le hanno vissute e le vivono, le amano o semplicemente le visitano, a condividere le proprie esperienze.  I primi a essere stati coinvolti nel racconto sono 11 testimonial  che hanno prestato il proprio racconto e volto per il progetto: celebrità del mondo dello spettacolo, dello sport, dell’alta cucina, della moda e della musica, ognuno profondamente legato per motivi diversi a una delle città, ognuno con la propria personale visione, i propri luoghi del cuore, i consigli per una visita indimenticabile.

cult city como

Davide Van De Sfroos è stato scelto quale testimonial del progetto per raccontare la città di Como: un cantautore abituato a narrare piccole grandi storie, con l’intensità dell’artista che vive quotidianamente il territorio. L’itinerario proposto in Cult City per la città comprende le 10 cose “da vedere” (must see) che costituiranno il soggetto narrativo della produzione artistica di Van De Sfroos. I must see saranno narrati da Van De Sfroos in altrettanti brevi video della durata di 4 minuti circa e destinati alla fruizione con dispositivi mobili (web e tablet) e dal pc. In piena coerenza con il progetto presentato dal Comune di Como, Van De Sfroos sarà accompagnato nella narrazione dei luoghi dalla figura di Alessandro Volta (attore) che illustrerà al cantautore i segreti e i significati unici e sconosciuti del luogo. Il dialogo tra i due sarà prolifico di originali siparietti tra un artista che fa delle emozioni il suo stile narrativo e un genio della scienza affamato di curiosità e passione per la scoperta. Entrambi i personaggi saranno accumunati dal loro grande amore per la loro città.

Davide Van De Sfroos, Cantautore e Cult City Ambassador per Como: “Ogni città, ogni luogo, ha un lato emotivo spesso occultato che il tempo e il progresso hanno ricoperto con sovrastrutture. Il nostro compito è quello di ritrovare questi scrigni che contengono tesori e rimetterli in vista. Con i nostri video racconteremo e ridaremo significato a dieci posti della città, un secondo sguardo oltre la percezione più immediata. Mi accompagnerà Alessandro Volta che era veramente un illuminato… non solo dall’elettricità: dopo di lui niente è più stato lo stesso, grazie alle sue scoperte e alle sue invenzioni.”

Riflessi di luce sul lago: il progetto a Como

Como intende rafforzare la sua capacità attrattiva puntando sulla valorizzazione dei suoi asset culturali: non solo, dunque, le ricchezze naturali e storiche ma anche la promozione della eccellenza intellettuale donatagli dalle sue menti migliori. Alessandro Volta su tutti: nato a Como, primo filosofo naturale a essere considerato scienziato, ha scoperto “l’aria infiammabile” (il gas metano), ha inventato la pila e ci ha avvicinato la luce. Di qui la scelta del tema: Riflessi di luce sul lago, ovvero quel sottile filo di luce che lega la pila al lago.

Mauro Parolini, Assessore allo Sviluppo economico di Regione Lombardia: “Le città d’arte della Lombardia non sono mai state interessate da un progetto di valorizzazione così specifico e strutturato. Per la prima volta si mette in campo un cospicuo impegno economico ad hoc, oltre 6,4 milioni di euro, proprio per farle crescere in modo sussidiario e integrato come asset strategico di sviluppo e, soprattutto, per farle conoscere ed apprezzare come una delle nostre risorse turistiche più importanti.  Tutti i capoluoghi di provincia rappresentano una delle componenti più importanti e preziose della nostra attrattività turistica e sono dotati di uno straordinario patrimonio storico, architettonico, artistico. In molti casi, sono veri e propri diamanti grezzi con potenzialità di crescita ancora molto rilevanti. E sono certo che questo progetto ambizioso renderà Como ancora più attrattiva ed accogliente”.

Due le linee di intervento individuate dalla Regione ed elaborate dal Comune di Como, per un investimento totale di 1.226.094 euro (di cui 591.94 di cofinanziamento regionale e 635.000 di cofinanziamento comunale. La prima linea di intervento riguarda l’infrastrutturazione e prevede un forte investimento sull’area dei giardini a lago con l’avvio della riqualificazione, che aumenterà insieme l’attrattività e la sicurezza dell’area, dell’illuminazione pubblica insieme alla razionalizzazione delle aree verdi per le quali è previsto un layout rinnovato. Si affiancheranno a queste una serie di investimenti tecnologici quali l’estensione della rete Wi-Fi pubblica, federata a quella regionale, e il potenziamento del sito visitcomo.eu oltre alla creazione di una nuova APP gratuita.

La seconda linea di intervento è quella della promozione turistica che si caratterizza, invece, per la stretta collaborazione con Explora finalizzata a generare un’immagine unitaria delle capitali d’arte della Lombardia, mettendo a sistema il patrimonio delle singole destinazioni e valorizzando al contempo le specificità e le identità territoriali con anche l’obiettivo di cambiare in meglio la percezione collettiva di Como attraverso strumenti e iniziative di comunicazione innovative. È stato quindi individuato il focus dedicato ad Alessandro Volta e alla Città della Luce che verrà promosso, in particolare, attraverso i canali digitali e la produzione di materiali multimediali dedicati. L’impegno dell’intera città è percepibile nel palinsesto degli eventi in programma che raggiungerà il clou sabato 27 maggio con la Cult City Open Night che partecipa, insieme agli altri eventi previsti in contemporanea in tutti i capoluoghi lombardi, alla Festa della Regione Lombardia che chiuderà l’Anno del Turismo Lombardo.

Luigi Cavadini, Assessore a Cultura, Biblioteca, Musei, Grandi Eventi, Turismo, Sport del Comune di Como: “L’occasione del progetto Cult City si inserisce nella riflessione in atto in città sulla figura di Alessandro Volta, un nostro concittadino che ha lasciato un segno indelebile nel mondo con le sue scoperte, che hanno aperto, con una significativa azione scientifica, la strada alla produzione e all’uso dell’energia, indagata e costruita su due versanti, quello dell’elettricità da una parte e quello dell’aria infiammabile, cioè del gas naturale, dall’altra. Nel suo nome, il progetto Riflessi di luce sul lago prevede interventi di riqualificazione di spazi cittadini importanti che prospettano sul Tempio Voltiano, e operazioni di approfondimento conoscitivo dei vari aspetti che rendono Como e il suo lago luogo di particolare pregio sotto i più vari aspetti (dal paesaggio, ai percorsi, agli uomini  – dai Plinii in poi – all’architettura, all’arte) sia per consentire a tutti noi una consapevolezza di questa bellezza, sia  per dare ulteriore supporto al turismo, che ci gratifica con presenze crescenti, e che sempre più sarà motore economico del nostro territorio.”

 

I 10 Must See della città di Como

  1. Tempio Voltiano. Un viaggio nelle scienze nel tempio laico dedicato al fisico Alessandro Volta, l’inventore della pila. Viale Marconi.
  2. Basilica di Sant’Abbondio. All’ombra di due campanili, il romanico più puro, con facciata capolavoro in pietra grigia dei maestri comacini. Via Regina Teodolinda 35.
  3. Casa del Fascio. Un edificio icona dell’architettura razionalista italiana su progetto di Giuseppe Terragni. Piazza del Popolo
  4. Piazza San Fedele. Una città nella città, là dove c’era l’antico mercato del grano. Tra basilica romanica e case rinascimentali con struttura in legno a vista.
  5. Cattedrale di Como. Il Duomo tardogotico con la cupola di Filippo Juvarra. Accanto, l’imponente Broletto. Il cuore della città batte qui. Piazza Duomo
  6. Teatro Sociale. Teatro, opera e grandi solisti internazionali sul palcoscenico che ospitò La Scala, dopo il 1943. Piazza Verdi.
  7. Villa Olmo e il chilometro della conoscenza. Circondata dal verde, magnifica villa del ‘700, a filo d’acqua. Via Cantoni 1
  8. Fontana di Camerlata La fontana razionalista di Cesare Cattaneo e Mario Radice, simbolo della città del XX secolo. Piazza Camerlata
  9. Museo Archeologico Paolo Giovio. Como e le origini: dalla preistoria all’età medioevale. In un edificio nobiliare. Piazza Medaglie d’Oro 1.
  10. Chilometro della Conoscenza Itinerario lungo la sponda occidentale. Solo verde, acqua, silenzio e ville neoclassiche da sogno. Partenza da Via Cantoni 1, con i parchi di Villa Olmo, Villa del Grumello e Villa Sucota.

 

Palinsesto Eventi

Gli eventi cittadini che più hanno attinenza con il tema Riflessi di luce sul lago, oltre ad alcuni alla loro “prima”, appartengono al palinsesto di Cult City

FESTIVAL DEL CINEMA ITALIANO  28 gennaio – 5 febbraio 2017

FESTIVAL DELLA LUCE LAKE COMO 28 aprile – 12 maggio 2017

LAKE COMOFILM FESTIVAL luglio 2017

8208 VOLT, LAKE COMO LIGHT DESIGN novembre 2017

NOIR IN FESTIVAL dicembre 2017

MUSAICO iniziative sparse per tutto l’anno 2017

CELEBRAZIONI VOLTIANE iniziative sparse per tutto l’anno 2017

 

Cult City Open Night
Con concerti, reading, spettacoli, musei e teatri aperti per un’unica grande festa diffusa, in una staffetta fra le 11 Cult City, da sabato 27 a mercoledì 31 maggio. Un evento dove i veri protagonisti saranno tutti i cittadini: spettatori, appassionati di musica, giovani talenti ed eccellenze del territorio, per celebrare insieme la Festa della Lombardia e la chiusura dell’Anno del Turismo. A Como, la Open Night sarà sabato 27 maggio a partire dal pomeriggio per tutta la serata. E’ prevista una kermesse diffusa in tutta la città, con particolare riferimento ai 10 luoghi da vedere. Ci saranno reading letterari, in collaborazione con il Testimonial Van De Sfroos, con l’Università dell’Insubria, si terranno concerti in collaborazione con il Conservatorio Cittadino. Sono previste visite guidate, animazioni e aperture straordinarie dei luoghi della cultura. Durante la serata si svolgeranno in contemporanea le iniziative della Notte Bianca dello Sport, nel segno di una proposta culturale che si apre a un pubblico ampio.