CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Open Week al Femminile: domani si chiude con 4 incontri al Sant’Anna foto

La salute femminile in primo piano. Hanno riscosso grande interesse da parte della cittadinanza i primi sei incontri organizzati dall’Asst Lariana nell’ambito della II edizione dell’Open Week,  promossa da Onda – Osservatorio nazionale sulla salute della donna. L’iniziativa  si concluderà domani, 21 aprile, con un “pacchetto” di quattro proposte, all’ospedale Sant’Anna. Dalle 9.30 alle 12.30 sono previsti, infatti, colloqui con gli specialisti in malattie endocrine, diabete, obesità e nutrizione clinica (Poliambulatorio 1 – Stanza A1 – Piano 0 Blu), misurazioni della pressione arteriosa (Poliambulatorio 1 – Stanza A32 – Piano 0 Blu), stand informativo e colloqui nella hall con i medici della Reumatologia dell’ASST Lariana e l’associazione Alomar.

Open Week femminile sant'anna

Trenta le persone che ieri si sono recate all’ospedale Sant’Antonio Abate di Cantù per i colloqui con gli esperti del Centro di Procreazione Medicalemente Assistita, dell’Ambulatorio di Endometriosi e per quelli in Day Hospital per diabete, obesità e nutrizione clinica. Nel pomeriggio è stata la volta dell’Oncologia dell’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia. Nel Day Hospital si sono svolte dimostrazioni di estetica oncologica per le pazienti in cura con gli specialisti del reparto e di Apeo (Associazione professionale di estetica oncologica) con la partecipazione di Confartigianato e Cna. Per le donne in cura nel reparto del presidio di via Ravona un gradito omaggio: buoni per trattamenti benessere offerti dal Centro Bellessere-Etrebel di Cadorago. Nel pomeriggio, infine, dalle 14.30 alle 16,  ci sarà nella hall del presidio un incontro sull’HPV – Papilloma Virus.

Open Week femminile sant'anna

Stamattina l’Open Week è proseguita al Sant’Anna con lo stand informativo del Centro Sclerosi Multipla e dello Sportello Aism per la distribuzione di materiale sulla patologia e sui servizi ospedalieri. Inoltre, dalle 10 alle 14, nella hall si è svolto “Non sei da sola”, un incontro con gli operatori della rete antiviolenza territoriale. Cinquanta le persone che hanno assistito alla proiezione di video sulle varie tipologia di violenza domestica. Tre donne si sono sottoposte a uno speciale test per la valutazione di situazioni a rischio.

L’accesso alle iniziative è libero e gratuito. Non serve la prenotazione né l’impegnativa del medico di medicina generale.