Quantcast

Pusiano, ecco i messaggi che incastrano le arrestate: “E’ drogata di farmaci…” foto

Conversazioni sui cellulari tra l'insegnante e l'amica finite ai domiciliari:"Ha la bava alla bocca...ma quante gocce le avro' dato?"

E’ tutto sul telefonini, finiti sotto sequestro. Lì i carabinieri e la Procura di Como hanno trovato quello che cercavano e sospettavano fin dall’avvio delle indagini, forse non in modo così tremendo. Poi saltano fuori le conversazioni ed i messaggi tra le due finite ai domiciliari, accusate di stalking e di lesioni personali. A. R., l’insegnante che rischia la sospensione dalla scuola, dice all’amica Cristina Gelpi: «È drogata di farmaci». La risposta mezz’ora più tardi, sotto forma di risata: «Ah ah ah…..» e poi: «ben le sta, brutta …….(insulto pesante), se era per me poteva schiattare in classe….».

E’ questa la conversazione che i militari di Erba hanno trovato nei cellulari delle due protagoniste della vicenda, ora entrambe ai domiciliari con queste severe accuse. L’episodio è del dicembre scorso, giorno 9 per la precisione. La scuola e’ la Rosmini di Pusiano classe media, dove la R. insegna. E dove lei e l’amica Cristina hanno deciso di prendere di mira Antonella Colombo, insegnante anch’essa alla scuola di Pusiano.

Quella mattina, stando alle accuse, la R. porta una brioches alla collega Colombo e poi anche un caffe’, ma con dentro del Lexotan. Poco dopo l’insegnate si sente male.

Altro messaggio da scuola verso la casa dell’amica: «Ha la bava alla bocca….Ma quante gocce le avra’ dato?»