CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Pusiano-choc: insegnante ed una mamma arrestate per stalking e lesioni foto

Operazione dei carabinieri di Como e di Erba. Le due donne accusate di essersi accanite con vari episodi su una maestra del Rosmini. Per lei anche un caffe' con un ansiolitico.

Si sono ‘accanite’ su un’insegnante, colpevole – a loro parere – di avere avuto una condotta inopportuna nei confronti di uno studente. All’inizio cercando di screditarla di fronte al provveditorato ed ai colleghi, ma poi arrivando addirittura a mettere delle gocce di Lexotan nel caffè durante una pausa

I fatti nei mesi scorsi all’istituto comprensivo Rosmini di Pusiano: a seguito delle indagini svolte dai Carabinieri di Erba due donne, A.R. e C.G., entrambe 40enni – una insegnante e l’altra una mamma di un alunno che frequenta a scuola – sono finite agli arresti domiciliari in queste ore con l’accusa di stalking e lesioni personali aggravate in concorso.

Una volta, all’uscita da scuola, l’insegnante vittima di quest pesante stalking avrebbe ricevuto gli insulti da parte della madre del ragazzo. Nei mesi successivi la donna avrebbe poi ricevuto diversi richiami e richieste di giustificazioni dalla dirigenza scolastica e dal provveditorato. Fino all’episodio più grave, a dicembre: il caffe’ dell’insegnante offerto dalla collega oggi finita ai domiciliari corretto con gocce di lexotan, un potente ansiolitico. La donna si sarebbe poi sentita male ed ha presentato la denuncia ai carabinieri che, da allora, hann svolto accertamenti e verifiche culminate ora con l’ordinanza di arresto domiciliare per entrambe le donne, insegnante e mamma.