CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Oltre la micosi: malattie delle unghie

Più informazioni su

Non solo micosi: quando le unghie cominciano a mostrare delle alterazioni, non è assolutamente detto che la causa della patologia sia dovuta all’infestazione dei funghi appartenenti alla famiglia del Micene. La causa, infatti, potrebbe dipendere da altri batteri o parassiti, ma anche da condizioni di particolare stress, dalla presenza di una verruca o dalle unghie incarnite. Inoltre, le malattie che colpiscono l’unghia sono davvero numerose, e spesso portano in dote gli stessi sintomi: colorazione tendente al rosso e al giallastro, aumento dello spessore, superficie irregolare che presenta avvallamenti e buchi, oppure la presenza di bordi frastagliati e non omogenei. Quando poi le unghie sono fragili, ecco che la possibilità di cadere vittime delle patologie ungueali aumenta, rendendo necessario un intervento rapido e mirato.

 

Unghie fragili: quali sono le possibili cause?

Le unghie fragili possono sfaldarsi o danneggiarsi per una moltitudine di motivi: già detto delle infezioni fungine come la micosi, queste ultime possono anche risentire di altri problemi, come ad esempio le intolleranze alimentari e le allergie, oltre a fattori ambientali come il cambio di temperatura e il freddo. Inoltre, le unghie risentono anche di abitudini quotidiane scorrette, come il fumo, l’abuso dello smalto, l’utilizzo di prodotti e detergenti aggressivi, e la pessima abitudine di mangiarsele (nota anche come onicofagia). Infine, da sottolineare il fatto che anche l’età porta l’invecchiamento e, dunque, l’indebolimento delle unghie, e che anche i traumi possono alterarne la struttura favorendo poi la diffusione di micro-organismi come quelli responsabili della micosi.

 

Come curare le unghie fragili?

Esistono comunque diversi modi per curare le unghie fragili. Ad esempio, l’alimentazione: una dieta ricca di vitamine, di ferro, di calcio e di proteine aiuta il tessuto delle unghie a guarire da inestetismi e ad ottenere una struttura più solida e resistente. Ma i rimedi per rinforzare le unghie non terminano certo qui: gli integratori naturali possono infatti diventare degli ottimi alleati per supportare la propria dieta, così come i rimedi omeopatici. Infine, da sottolineare anche l’importanza dei rimedi fai da te per le unghie, come ad esempio gli impacchi a base di yogurt, i limoni, l’olio d’oliva extravergine, l’avocado e il latte. Ad esempio, potreste realizzare un composto formato da uova, limone e avocado, per poi applicarlo sulle unghie come fareste con un comune smalto.

 

Manicure e pedicure: alcuni consigli utili

La manicure e la pedicure sono due operazioni che giocano un ruolo importantissimo per la cura delle unghie, soprattutto nel caso di una loro debolezza congenita. Da questo punto di vista, il consiglio è innanzitutto quello di evitare di utilizzare il tagliaunghie: uno strumento che può causare molti danni soprattutto all’incavo delle suddette, partecipando anche alla diffusione di eventuali infezioni. In questo senso, è sempre meglio utilizzare una lima abrasiva per ridurre la lunghezza dell’unghia. Inoltre, le lime apposite consentono anche di nutrire l’unghia tramite l’abrasione, per via della presenza di una serie di minerali che attivano il metabolismo dell’unghia e le consentono di ricrescere in modo sano. Infine, da sottolineare la pericolosità degli smalti industriali, che è il caso di sostituire con gli smalti indurenti acquistabili in farmacia.

Più informazioni su