CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Libertas ko in casa, ma evita la retrocessione diretta: play-out con Brescia foto

I ragazzi di Della Rosa superati 1-3 da Potenza Picena nonotante un grande Caio. Ora il derby per restare in A2

Sarà un derby lombardo contro Brescia a decidere la fine del campionato del Pool Libertas Cantù (volley maschile di A2) dopo la sconfitta contro Potenza Picena e i risultati dell’ultima giornata di Pool Salvezza. Prima sfida in casa della Centrale del Latte Mc Donald’s Brescia domenica prossima e ritorno a Pasqua al Parini. Cantu’ evita la retrocessione diretta in B anche se ieri sera sconfitta (1-3) in casa da POtenza Picena nell’ultima partita della Pool Salvezza.

Il primo set parte con le due squadre molto tese. La GoldenPlast prova a scappare con un muro di Visentin su Riva (3-5), ma un attacco dello stesso schiacciatore lecchese riporta tutto in parità. Un muro e un ace di Caio lanciano il Pool Libertas (11-8), e Coach Di Pinto ferma il gioco. Un ace di Argenta, e Potenza Picena torna sotto (13-12). Con una pipe di Zonca e un attacco mani out dell’ex Bellini gli ospiti pareggiano (16-16). Due errori nel campo canturino lanciano la GoldenPlast sul +2 (16-18), e Coach Della Rosa chiama time-out. Un muro di Cordano su Zonca e un ace di Caio, e la situazione si ribalta nuovamente (20-19). Coach Di Pinto ferma il gioco per la seconda volta.

Caio rimane al servizio per il massimo vantaggio interno (22-19), ma sono due errori a riportare in corsa Potenza Picena. Un muro di Zonca su Monguzzi ed è di nuovo parità, con Coach Della Rosa a chiamare il suo secondo time-out discrezionale (22-22). Argenta consegna il set ai suoi con un bell’attacco in chiusura di un’azione lunghissima con belle difese da ogni parte (23-25).

Un Caio scatenato a inizio secondo set: con 3 ace consecutivi lancia il Pool Libertas sul 6-1. Un attacco di Riva ed è 8-2. Potenza Picena, però, non molla e riesce a recuperare qualche punto, aiutata anche da due errori consecutivi di Richards e Caio, con Coach Della Rosa che ferma il gioco (11-9). Al rientro in campo tre errori consecutivi nel campo ospite rilanciano il Pool Libertas sul +5 (14-9), ed è Coach Di Pinto a volerci parlare su. Due punti consecutivi in attacco di Argenta rilanciano gli ospiti, e Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale (15-12). Un muro di Visentin su Riva riporta la GoldenPlast sotto (17-15), ma il solito Caio e un muro di Riva su Argenta ricacciano indietro gli avversari (20-15). Un errore dai nove metri di Lazzaretto consegna il primo set point ai canturini, subito concretizzato da Richards (25-20).

Nel terzo set il Pool Libertas parte subito forte trascinato da Riva (6-3). Il distacco tra le due squadre rimane invariato fino al muro di Riva su Argenta, che porta Cantù sul +4 (12-8). Due punti di Argenta, e la GoldenPlast torna sotto (13-12). Coach Della Rosa ferma tutto. Una veloce di Alborghetti e due punti consecutivi di Richards ricacciano indietro gli avversari (17-13), e questa volta è Coach Di Pinto a volerci parlare su. Un muro dello schiacciatore australiano ed è massimo vantaggio interno per questo set (18-13). Con un bel turno in battuta di Argenta Potenza Picena torna sotto (18-17), e Coach Della Rosa chiama il suo secondo time-out discrezionale. Attacco mani fuori di Argenta ed è parità. Zonca picchia forte dai nove metri, ed è sorpasso esterno nel finale di set (19-21). Una veloce di Monguzzi riporta sotto Cantù, e a fermare il gioco tocca a Coach Di Pinto (21-22). Lazzaretto chiude un’azione lunga e combattuta, e consegna il primo set point ai suoi. Il set viene chiuso da un’infrazione in palleggio di Groppi (21-25).

A inizio quarto set sono Zonca e Codarin i trascinatori della GoldenPlast, che va subito avanti di tre punti (3-6). Il Pool Libertas si rifà sotto grazie a Riva (6-7). Due attacchi e un ace di Argenta rilanciano Potenza Picena (8-12). Un black out dovuto al temporale interrompe temporaneamente la partita. Si ricomincia dopo mezz’ora di sosta, e la GoldenPlast allunga con Codarin e Argenta (8-14). Le due squadre ribattono punto su punto, ma gli ospiti riescono a mantenere il vantaggio nonostante i numerosi cambi proposti da Coach Della Rosa. Il Coach canturino chiama anche i due time-out discrezionali a sua disposizione, ma la serie di errori da parte del Pool Libertas continua. Chiude set e partita un ace di Zonca (17-25).

Queste le parole di Coach Della Rosa a fine partita: “I risultati di oggi aprivano un ventaglio di possibilità infinite. Nel corso della partita abbiamo saputo che le altre partite erano finite 3-0. Alla fine Brescia è la soluzione migliore per noi, anche e soprattutto in termini logistici. Le altre alternative sarebbero state molto dispendiose per noi in termini di trasferta, anche perché avremmo comunque giocato l’eventuale bella fuori casa. Brescia, almeno da quel punto di vista, è la soluzione che preferivamo. Sarà una serie molto difficile perché Brescia ha ottimi giocatori, ma noi ci proveremo.”

POOL LIBERTAS CANTU’ 1

GOLDENPLAST POTENZA PICENA 3

(23-25, 25-20, 21-25, 17-25)

POOL LIBERTAS CANTU’: Cordano 2, Caio 23, Riva 11, Richards 14, Monguzzi 3, Mazza 3, Butti (L1), Alborghetti 4, Cominetti, Groppi, Olivati 3, Laneri, Boffi (L2). NE: Gerosa. All: Della Rosa, Ass: Redaelli.
GOLDENPLAST POTENZA PICENA: Visentin 4, Argenta 23, Zonca 14, Bellini 2, Codarin 11, Biglino 4, Casulli (L1), Lazzaretto 8, Bucciarelli 4. N.E.: Colarusso, Cristofaletti, Marcovecchio. All: Di Pinto, Ass: Martinelli

 

Arbitri: Alessandro Noce (Frosinone) e Frederick Moratti (Frosinone).