CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

A Serena Sinigaglia il PREMIO COMO CITTA’ DELLA MUSICA – XII edizione

Più informazioni su

Ieri sera, in occasione dello spettacolo 32’’.16 TRENTADUE SECONDI E SEDICI, il Teatro Sociale di Como, in collaborazione con l’Associazione Amici del Teatro, ha consegnato a Serena Sinigaglia il premio Como Città della Musica, giunto alla XII edizione. Il premio è stato consegnato da Simonetta Manara Schiavetti presidente degli Amici del Teatro e da Barbara Minghetti presidente del Teatro Sociale

La Sinigaglia è la regista della pièce dedicata all’atleta somala Samia andata in scena ieri a Como. In questi anni il suo rapporto con la nostra città è stato intenso, infatti la motivazione del premio recita:

SERENA SINIGAGLIA più di ogni altra è stata presente, attiva e partecipe in questo nostro Teatro.

Abbiamo ospitato spettacoli di prosa intensamente caratterizzati dal suo lavoro di regia curato, intelligente, innovativo e attento a significati civili e sociali che le hanno portato il riconoscimento e la notorietà di cui tutti sappiamo.

Soprattutto però noi abbiamo goduto e apprezzato tutto quel che lavoro che lei ha appassionatamente svolto e vissuto per noi e con noi.

La sua prima regia lirica per la nostra stagione del 2004, la sua partecipazione al festival estivo del Teatro e, indimenticabili, le sue creazioni per Opera domani, uno dei progetti più affascinanti dell’AsLiCo e del Teatro Sociale.

La nostra ammirazione e la nostra riconoscenza vanno dunque a lei che ha creduto in questi progetti, che li ha pensati e sviluppati con entusiasmo realizzando spettacoli di grande profondità, fantasia e poeticità.

Mille volta grazie Serena

 

Chi è Serena Sinigaglia

Direttrice artistica Teatro Ringhiera ATIR Serena Sinigaglia (1973) si diploma al corso di regia teatrale presso la Civica Scuola D’Arte Drammatica Paolo e nel 1996 è fondatrice e direttore artistico della Compagnia ATIR.

Il suo percorso registico da sempre si è articolato attraverso diversi filoni.

Quello dei classici, tra cui si ricordano lo spettacolo d’esordio “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, “Lear ovvero tutto su mio padre” tratto da Re Lear di W. Shakespeare, traduzione di Laura Curino, “Le Troiane” da Euripide, traduzione di Laura Curino, “Donne in parlamento”  da Aristofane, traduzione di Laura Curino, “Nozze di Sangue” di F.Garcia Lorca, traduzione di Marcello Fois.

Accanto ai grandi autori del passato Serena Sinigaglia ha sempre portato avanti anche il repertorio contemporaneo. I principali passaggi di questo percorso sono stati “1943 – Come un cammello in una grondaia”, libero montaggio di brani, danze, musiche, lettere, canti e parole ispirato e guidato da “ Lettere dei condannati a morte della resistenza europea”, “Natura morta in un fosso” di Fausto Paravidino, “L’età dell’oro” di e con Laura Curino, “Il grigio” di Gaber, Luporini, “1968” di Serena Sinigaglia e Paola Ponti, “1989: crolli”, “La cimice” di V. Majakovskij, con Paolo Rossi, “La bellezza e l’inferno” di e con Roberto Saviano, “Ribellioni Possibili” di Luis Garcia Arays e Javier Garcia Yague, “Alla mia età mi nascondo ancora per fumare” di Rayhana, “32”.16 – trentaduesecondiesedici”, di Michele Santeramo. Gli spettacoli sono stati prodotti sia dalla Compagnia ATIR sia da molti dei principali teatri italiani fra cui il Piccolo Teatro di Milano.

Dal 2001 Sinigaglia si misura molte volte anche con l’opera lirica, come accaduto a luglio 2012 con “Carmen” di Bizet al Macerata Opera Festival. Nel maggio del 2008 pubblica per la casa editrice RIZZOLI il suo primo romanzo “E tutto fu diverso”.

Nel 2014 ha messo in scena a Como “Cavalleria Rusticana” per l’opera partecipata di 200.com

Tra i premi si ricordano: Premio nazionale di regia al femminile Donnediscena (2005), Premio Franco Enriquez (2006), Premio Hystrio alla compagnia ATIR (2006) e quello al Teatro Ringhiera (2012), Premio Milanodonna 2007 del Comune di Milano, Medaglia d’oro 2007 conferita dalla provincia di Milano per l’attività promossa dall’ATIR, Premio Rhegium Julii 2008 per la miglior opera prima col romanzo “E tutto fu diverso”, Premio Milano per il Teatro 2009 per il miglior spettacolo con “L’Aggancio”, Premio UNU 2009 per “La bellezza e l’inferno”, Premio Hystrio 2012 al Teatro Ringhiera, Ambrogino d’oro 2012 al Teatro Ringhiera, Premio ANCT 2014 alla carriera, Premio Hystrio 2015 alla regia.

Serena Sinigaglia

Serena durante le prove di Cavalleria Rusticana del Festical Como Città della Musica 2014

Più informazioni su