CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Enrico Fagetti per Parolario racconta il figlio Paolo, la Fondazione e una vita dedicata ai più piccoli

Più informazioni su

Una vita dedicata agli altri quella di Paolo Fagetti di Olgiate Comasco, prematuramente scomparso in un tragico incidente stradale all’età di 30 anni nell’estate del 2004. Amico di tutti e in particolare dei più piccoli, Paolo ebbe a cuore i più deboli e i bambini con difficoltà, si impegnò a sostenere le famiglie e le persone bisognose e i bimbi abbandonati: queste iniziative oggi sono portate avanti dalla Fondazione che porta il suo nome.

La vita di Paolo, la tragica scomparsa, le sue iniziative e l’impegno verso gli altri sono raccontati dal padre Enrico Fagetti, presidente della Fondazione Paolo Fagetti, nel libro “La vita per gli altri. Mio figlio Paolo, il sorriso dei bambini, la Fondazione Fagetti” (Edizioni Tecnografica, Lomazzo), che sarà presentato venerdì 31 marzo alle ore 18 presso la libreria Feltrinelli di Como.

Insieme Enrico Fagetti interverranno Diego Minonzio, direttore del quotidiano La Provincia di Como e Luigi Cavadini, assessore alla cultura del Comune di Como.

Ingresso libero

 

L’evento, organizzato da Parolario in collaborazione con La Feltrinelli di Como, si inserisce all’interno del ciclo di incontri “Aspettando Parolario”.

All’incontro sarà anche possibile sottoscrivere la card Amici di Parolario 2017, un modo per contribuire a tenere in vita non solo la manifestazione estiva Parolario ma anche tutte le iniziative che l’Associazione Parolario programma nel corso dell’anno. La Card offre ai suoi possessori la possibilità di usufruire di molte e interessanti convenzioni, che vengono costantemente aggiornate sul sito www.parolario.it.

 

Il libro

Una famiglia felice. Un figlio, Paolo, amato immensamente dai suoi genitori, dagli amici, dai bambini dell’oratorio. Il destino che rovescia la regola più naturale della vita, quella per cui sono i figli a seppellire i genitori, non il contrario.

Queste pagine sono scritte da un padre senza più figlio, pensando a tutte le famiglie che hanno vissuto il suo stesso dramma. Per dire loro che attraverso il dolore si può, anzi si deve, essere di aiuto agli altri. Come Paolo ha fatto nei suoi trent’anni di vita e continua a fare attraverso la Fondazione che porta il suo nome.

Il ricavato delle vendite del libro viene devoluto alla Fondazione Paolo Fagetti, a sostegno di bambini e ragazzi in difficoltà.

parolario fagetti

Fondazione Paolo Fagetti Onlus

La Fondazione Paolo Fagetti Onlus è stata costituita ad Olgiate Comasco grazie all’iniziativa di un gruppo di amici di Paolo, prematuramente scomparso in un tragico incidente stradale all’età di 30 anni nell’estate del 2004, che hanno pensato di portare avanti idealmente e materialmente le opere e le iniziative perseguite e sostenute durante la sua vita.

Paolo si è sempre impegnato in diverse attività di sostegno all’infanzia che si traducevano in piccoli grandi gesti d’amore verso i suoi amici più piccoli. Volontario della Pubblica Assistenza del proprio paese, fu partecipe delle iniziative annuali riguardanti il soggiorno terapeutico di gruppi di bambini provenienti dalla Bielorussia, paese maggiormente colpito dal disastro di Chernobyl del 26 aprile 1986.

Amico di tutti e in particolare dei più piccoli, non dimenticò mai nessuno nelle occasioni speciali e in particolare ebbe a cuore i più deboli e i bimbi con difficoltà. La sua amicizia più importante la coltivò con la famiglia che ospitò nel tempo minori in affidamento giudiziale. Inoltre sosteneva e visitava periodicamente un istituto per minori abbandonati e allontanati dai tribunali per portare agli ospiti un semplice sorriso, un gioco o un contributo economico. Da ultimo, e solo dopo la sua scomparsa, vennero alla luce anche altre sue personali iniziative di sostegno a famiglie e persone bisognose.

Proprio per questa inclinazione dimostrata da piccoli gesti disinteressati, gli amici e i genitori di Paolo Fagetti hanno deciso di dare vita alla Fondazione Paolo Fagetti, per aiutare in suo ricordo i bambini e qualsiasi altra persona bisognosa di aiuto. Perché per le persone più vicine a Paolo aiutare gli altri in sua memoria, e in particolare i bambini, è un modo speciale di ricordarlo, di vivere come lui viveva.

 

 

 

Più informazioni su