CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dedicata allo scienziato Ettore Majorana l’opera contemporanea di Opera Oggi foto

Più informazioni su

La data di morte presunta è 27 marzo 1938, il lugo incerto nel sud dell’Italia tra la Sicilia e Napoli. A 79 anni di distanza sono ancora tante le supposizioni intorno alla scomparsa del brillante scienziato Ettore Majorana, uno dei “Ragazzi di via Panisperna” che insieme ad Enrico Fermi gettarono le basi della fisica nucleare.

Ma non è di scienza che si occupa il progetto OPERA OGGI di OperaLombardia, seppur insieme ad enti lirici per la realizzazione di un’opera inedita e contemporanea nel nome di Majorana siano  coinvolte anche fondazioni scientifiche e culturali,

ETTORE MAJORANA. Cronaca di infinite scomparse è il titolo d’opera con debutto mondiale il prossimo settembre 2017, ma diversi eventi collaterali sono previsti già a partire da maggio.

Un progetto ambizioso e innovativo porterà sulla scena uno spettacolo interamente creato, dalla stesura del libretto, alla composizione musicale, alla regia, da professionisti under 35 e prodotto, per l’apertura della stagione 2017/2018, da OperaLombardia,  il brand che raggruppa in un unico grande cartellone d’opera i 5 teatri di tradizione della Lombardia (Fondazione Donizetti di Bergamo, Teatro Grande di Brescia, Teatro Sociale di Como, Teatro Ponchielli di Cremona e Teatro Fraschini di Pavia).

 

Un lavoro dall’ampio respiro, a dir poco intrigante, che affronta, alle soglie dell’80esimo anniversario della scomparsa di Ettore Majorana, una delle storie più incredibili e misteriose del 900. La scelta di lavorare sulla figura del fisico italiano, definito un ‘genio’ al pari di Galileo Galilei ed Isaac Newton, ha molteplici ragioni e conduce ad interessanti risvolti nell’ambito della realizzazione dell’opera.

PERCHÉ ETTORE MAJORANA

L’attualità del personaggio e della sua ricerca scientifica sono indiscusse, infatti, nonostante Majorana sia vissuto ormai un secolo fa, fu un fisico profetico per la sua epoca. Alcuni dei suoi lavori sulle particelle elementari, sulle forze nucleari e sull’antimateria sono tutt’oggi oggetto di studio. La scelta del soggetto pone inoltre l’interessantissima messa a confronto tra due mondi, quello della scienza, in particolar modo della fisica, con quello della musica.

Ispirati dalle teorie di Ettore Majorana sulla fisica teorica e meccanica quantistica, si è scelto di raccontare la sua storia con un taglio quasi noir, poliziesco, nel tentativo di scrivere una nuova opera lirica e rompere gli schemi, smentire gli stereotipi che oggi separano il largo pubblico da questo genere artistico, così come dalla fisica teorica che, a causa della sua complessità, risulta ai più tutt’altro che popolare. Il tutto avviene proprio all’interno di uno ‘spazio musicale’ dal momento in cui, anche la musica, segue leggi matematiche e fisiche.  

Cosa vuol dire fare opera lirica oggi? Rispondono gli autori dell’opera: ‘Se è vero che il ‘900 ci ha portati verso il concetto di ‘frammentazione’, dove ci sta portando il XXI secolo? La nostra risposta a queste questioni è andata verso la nozione di ‘realtà aumentata’. In un mondo in cui il progresso tecnologico ci ha immerso in una realtà che va oltre a quella fisica classica che conoscevamo, non potevamo certo scegliere di fare un’opera che parlasse al pubblico odierno senza tenere conto di questo fondamentale aspetto della nostra contemporaneità. Proprio da questa considerazione derivano le nostre scelte, in primis quella del soggetto del nostro racconto: Ettore Majorana’.

 Siamo di fronte ad un’opera totale, un nuovo teatro musicale che indaga la contemporaneità con tutti gli strumenti possibili, alla ricerca di nuove soluzioni artistiche e di linguaggio. Una nuova spinta artistica che promuove progetti inediti e contemporanei, nata all’interno di OperaLombardia con OPERA OGGI.

ettore majorana opera oggi

CHE COS’È OPERA OGGI, LA LIRICA CONTEMPORANEA DI OPERALOMBARDIA

 Nel triennio 2015-17, OperaLombardia ha avviato l’ambizioso progetto di promuovere l’opera contemporanea nella stagione lirica, con nuove commissioni. In particolare con il Concorso internazionale OPERA OGGI, ha promosso la realizzazione di un’opera lirica ‘totale’ che comprendesse la stesura del libretto poetico, la creazione musicale e la regia, da parte di professionisti under 35 anni

 Nel novembre 2015, la prestigiosa giuria, presieduta dal Maestro Giorgio Battistelli e composta da registi, drammaturghi, compositori e direttori artistici dei teatri coproduttori, ha scelto il team artistico vincitore, dopo aver analizzato gli oltre 50 progetti pervenuti da tutta Europa.

Roberto Vetrano, compositore, Stefano Simone Pintor, regista e librettista e Gregorio Zurla, scenografo e costumista sono gli autori dell’opera lirica ETTORE MAJORANA. Cronaca di infinite scomparse. L’opera vincitrice, pubblicata dalla casa editrice Ricordi, sarà prodotta e circuiterà nelle stagione liriche 2017/18 dei teatri di OperaLombardia, di Magdeburg (Germania) e al Palau de les Arts Reina Sofía di Valencia (Spagna). Il cast dei cantanti è stato selezionato nel gennaio 2017 dalla 68° edizione del Concorso per Giovani Cantanti Lirici d’Europa dell’AsLiCo.

 

ettore majorana opera oggi

Il team vincitore

 

MUSICA E SCIENZA: INIZIATIVE COLLATERALI E COLLABORAZIONI

Un progetto così affascinante, che tocca aspetti nevralgici della nostra contemporaneità, non poteva che spalancare le porte all’ ampio studio sull’argomento Musica e Scienza. Interessanti approfondimenti ed una costante collaborazione con il mondo della Scienza, della Filosofia e della Scuola faranno da corollario in attesa del grande debutto. Oltre alla collaborazione con BergamoScienza,  a partire da maggio sono in programma conferenze gratuite (di seguito il calendario) organizzate dal Teatro Sociale di Como, in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Insubria, che si svolgeranno anche all’interno di Parolario 2017, la celebre manifestazione comasca dedicata alla cultura nel suo senso più vasto e nell’ambito di Fai il pieno di cultura.

MAGGIO 2017 CHIOSTRO S. ABBONDIO, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL’INSUBRIA
Alessandra Andreoni, docente di Fisica, Università degli Studi dell’Isubria
‘Non linearità e musica’

Luca Ludovico, docente di Ingegneria Informatica, Università degli Studi di Milano
‘L’informatica e le nuove frontiere dell’esperienza musicale’

GIUGNO 2017 – PAROLARIO
Paolo Bellini, docente di Filosofia Politica, Università degli Studi dell’Insubria
‘Le nuove tecnologia: etica, società e potere’

Michela Prest, docente di Fisica, Università degli Studi dell’Insubria
‘La sinfonia dell’infinitamente piccolo’

SETTEMBRE 2017  – TEATRO SOCIALE DI COMO (O CONSERVATORIO DI COMO)
NELL’AMBITO DI FAI IL PIENO DI CULTURA
Laura Rampazzi, docente di Chimica Analitica dei Beni Culturali, Università degli Studi dell’Insubria
‘L’alchimia delle sette note’

Walter Chinaglia, costruttore di organi e laureato in fisica
‘Quando a cantar con organi si stea (Dante)’

Con scadenza MAGGIO 2017 La Fondazione Alessandro Volta, importantissimo centro per la divulgazione e il supporto di attività scientifiche, promuove il concorso “Riscopri Alessandro Volt@” – VI edizione Racconta la Fisica in 10 minuti: “Piccolo, piccolo, ma quanto?” indirizzato agli studenti delle Scuole Secondarie di Secondo Grado. L’edizione 2017 del concorso è inserita nell’ambito delle iniziative collaterali legate all’opera “Ettore Majorana. Cronaca di infinite scomparse”. Ciascun vincitore riceverà un biglietto omaggio per assistere allo spettacolo del 30 settembre che andrà in scena presso il Teatro Sociale di Como.

(info http://fondazionealessandrovolta.it/2017/02/28/concorso-riscopri-volta/)

Più informazioni su