Grande attesa....

Desio, tutto in una sera: il debutto del nuovo sponsor e del “Charlie” fotogallery

La formazione brianzola questa sera in campo contro Reggio Emilia. Prima volta per il coach brianzolo che ritorna dopo 27 anni alla guida del club dove è cresciuto. Le sue parole.

PalaBanco Desio ore 20,45. Tutto in una serata, sicuramente di forti emozioni. La Pallacanestro Cantù, con il nuovo Main Sponsor MIA, guidata da una leggenda del basket italiano e del club bianco- blu come Carlo Recalcati, tornato sulla panchina della sua città a distanza di 27 anni, affronterà (diretta su Sky Sport 2 HD) i vice- campioni d’Italia della Grissin Bon Reggio Emilia. Un doppio appuntamento per i tifosi: il “Charlie” di nuovo sulla panca e lo sponsor brianzolo di Davide Marson.

GLI AVVERSARI

La Reggiana ha vissuto una stagione con qualche alto e basso, ma si trova comunque nel gruppo al quarto posto in classifica a quota 22 punti insieme alla Dolomiti Energia Trento, al Banco di Sardegna Sassari e alla Betaland Capo d’Orlando. I bianco- rossi sono reduci però dalla sconfitta interna proprio contro la Dolomiti Energia Trento, che domenica scorsa ha espugnato il PalaBigi per 87 a 75 nonostante i 15 punti dell’intramontabile Rimantas Kaukenas.

Recalcati è felice di tornare a guidare la squadra della sua città. Ai ragazzi ha chiesto intensità e cuore, energia e tanto gioco di squadra. Sopra il video delle sue dichiarazioni alla vigilia del match con Reggio Emilia.

 

leggi anche
charlie recalcati coach cantù
Incertezza....
Recalcati, altra giornata senza decisioni. Ma torna la città dei mille canestri
recalcati firma contratto con cantù e irina gerasimenko
Ora è fatta.....
Ecco l’annuncio: Bolshakov rinuncia alla panchina di Cantù, ritorna il “Charlie”
Mia perfetta con Reggio, grande ritorno in panchina del Charlie
Carletto super
Che festa, ragazzi: torna il “Charlie” e Cantù mette le ali. Reggio al tappeto
Charlie funziona bene: la Mia espugna Caserta
Il charlie funziona....
Che grande Mia: espugna Caserta con le magie di Cournooh e Johnson
commenta