Che faccio ?

Recalcati e la notte che porta consiglio: oggi la sua decisione per la panchina

Il coach si è preso qualche ora di tempo prima di sciogliere la riserva se guidare o meno la squadra brianzola: giusta valutazione a quasi 72 anni. A breve il comunicato del club

Ha voluto prendersi una nottata per riflettere da solo. Lui e la sua famiglia prima di dire si o no alla Pallacanestro Cantù alla quale è legato da affetto e stima. La notte che porta consiglio prima di decidere. Sono le ore cruciali per Carlo Recalcati sulla panchina della gloriosa società che lo ha visto crescere prima come giocatore e poi come coach. Perchè il “Charlie” ieri, dopo aver parlato con il presidente Gerasimenko e gli altri dirigenti del club, si è preso qualche ora prima di dare la risposta definitiva. A 72 anni da compiere ed una grossa carriera alle spalle, potrebbe essere arrivato anche il momento di fermarsi qui. Perchè rimettersi di nuovo in gioco non è nè facile, nè indolore.

Ma il “Charlie” ha preso la notte prima di decidere. Oggi comunicherà la sua decisione alla Pallacanestro cantù che lo vuole in panchina al posto di Bolshakov per cercare di rimettere il piedi la squadra, ad un passo dalla zona retrocessione. L’accordo sul contratto è già stato raggiunto ieri: Recalcati resterà alla guida della formazione fino al termine della stagione e poi anche per tutto il prossimo torneo.

leggi anche
charlie recalcati coach cantù
La svolta
Per Bolshakov è finita, per Cantù è in arrivo Charlie Recalcati
presentazione nuovo sponsor della pallacanestro Cantù: oggi è Mia
La novità
Cantù, in attesa del nuovo coach ecco il nuovo sponsor: da oggi è Mia
charlie recalcati coach cantù
Rush finale
Recalcati a Cantù, domani l’incontro decisivo: ottimismo per il si del “Charlie”
charlie recalcati coach cantù
Incertezza....
Recalcati, altra giornata senza decisioni. Ma torna la città dei mille canestri
recalcati firma contratto con cantù e irina gerasimenko
Ora è fatta.....
Ecco l’annuncio: Bolshakov rinuncia alla panchina di Cantù, ritorna il “Charlie”
commenta