CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

La UnipolSai non brilla, ma supera il Santa Lucia:”Non ci sono partite facili” foto

Prestazione al di sotto delo standard per i ragazzi di Bergna che, comunque, restano in scia della capolista. Ma campanello di allarme per la prossima Coppa dei Campioni.

Mai banale questa sfida: sempre attesa, sempre sofferta. Nonostante tutto, Cantù-Roma lascia sempre tutti col fiato sospeso, fino alla fine. A trionfare è stata la UnipolSai, 65-47 su un Santa Lucia Roma che per tre quarti ha tenuto botta rendendo l’impresa più difficile e incerta di ogni scontato pronostico. La UnipolSai non ha certo brillato per verve e lucidità, più compatta in difesa ma quasi assente in attacco, lasciando a Roma tutto il margine per stare ampiamente in partita. La svolta è arrivata nell’ultimo atto, con quella tripla furiosa di Jordi Ruiz quasi a voler dire che l’esito non avrebbe potuto essere diverso. E sarà proprio lo spagnolo il leader in casacca biancoblù, con 16 punti caldissimi nelle mani. Davanti a lui il capitano dei gialloblù, Matteo Cavagnini, top scorer del match in doppia doppia con 20 punti e 19 rimbalzi.

Jordi Ruiz a fine gara:”Ci sono leader in tanti aspetti, questa è una squadra piena di campioni, non contano solo i punti anche se mi fa piacere. Ci sono anche i giovani che sono entrati e hanno fatto bene. L’anno scorso c’era un altro giocatori con punti nelle mani come Gaz Choudhry, dobbiamo essere sempre al livello alto di prima. Ci proviamo. La sensazione era che Roma dominasse, ma ha segnato solo 27 all’intervallo. Il problema era il nostro attacco, non riuscivamo a combinarci bene, dobbiamo lavorare di più sulla sintonia con i compagni. Ogni partita va giocata fino in fondo, perché anche il Santa Lucia è cresciuto molto. Non sono certo scarsi, hanno difeso bene e hanno messo le trappole giuste. In Coppa Campioni saranno tutte gare chiuse fino all’ultimo quarto, anzi fino all’ultimo secondo quindi dobbiamo essere preparati a non mollare”.

Ian Sagar: “Questa è una sberla per svegliarsi in vista della Coppa Campioni. Abbiamo vinto e dobbiamo essere contenti, la performance non è andata bene. La nostra brutta partita è stata oggi. Spero che tutti saremo in forma a Gran Canaria. Nello sport c’è sempre una seconda chance, per dimostrare che non sei scarso. Faremo tanto basket in due giorni, andiamo lì e giochiamo senza pensare troppo”.

Marco Bergna, il coach:“Per tre quarti una brutta partita, non so cosa avevamo per la testa: non abbiamo difeso e abbiamo tirato male. Forse avevamo già i pensieri alle qualificazioni di Champions Cup o forse pensavamo che Roma fosse come all’andata. Non sono mai partite facili, non ci saranno mai da qui in avanti. Dobbiamo partire dalla difesa e costruire. Il Santa Lucia ha segnato molto bene, spero solo per noi sia stato un attimo di amnesia”.

 

4^ GIORNATA RITORNO BASKET CARROZZINA SERIE A 

Gsd Porto Torres – Santo Stefano Banca Marche 67-61

DECO Group Amicacci Giulianova – Special Bergamo Sport Montello 84-46

Cimberio HS Varese – Dinamo Lab Banco di Sardegna Sassari 60-57

UnipolSai Briantea84 Cantù – Santa Lucia Roma 65-47

Riposa: Padova Millennium Basket

Classifica:

Gsd Porto Torres 22 (PG: 11)

UnipolSai Briantea84 Cantù 20 (PG: 11)

DECO Group Amicacci Giulianova 16 (PG: 11)

Santo Stefano Banca Marche 12 (PG: 10)

Santa Lucia Roma 8 (PG: 10)

Padova Millennium Basket 8 (PG: 10)

Cimberio Hs Varese 8 (PG: 12)

Special Bergamo Sport Montello 4 (PG: 12)

Dinamo Lab Banco di Sardegna Sassari 2 (PG: 12)