CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

“La vie en rose” a passo di danza

Brani che sembrano fatti apposta per essere ascoltati e ballati quelli dei grandi chansonnier francesi, protagonisti sabato sera nel Salone delle Feste del Casinò Campione d’Italia dov’è andato in scena l’elegante show del Balletto di Milano, diretto da Carlo Pesta. Storie di partenze e ritorni, abbandoni e incontri all’ombra della Tour Eiffel suggerita dalle coreografie essenziali di Adriana Mortellini, in un sottile gioco di luci e ombre. A dettare il ritmo del racconto le voci e le parole di Charles Aznavour, Jacques Brel e Serge Gainsbourg, in chanson immortali come “La Valse a Mille Temps” e “For me formidable”, fino al rap incalzante di Ahd Al Mahlik colonna sonora perfetta per descrivere la vita nelle banlieue

la vie en rose

Sognante o malinconico è sempre l’amore a fare da filo conduttore alla vita di ieri di oggi, lo sapevano gli chansonnier francesi e l’hanno ricordato nei loro passi di danza i giovani artisti del Balletto di Milano che, non a caso, hanno voluto intitolare la loro performance alla regina della canzone francese, Edith Piaf. Una magia che ha conquistato anche il pubblico di Campione d’Italia “La vie en rose”, con applausi a scena aperta e la promessa di un ritorno, il prossimo 5 febbraio, sempre con il Balletto di Milano che questa volta proporrà una sua versione della “Carmen” di George Bizet. E questa volta l’amore lascerà il posto alla passione.

la vie en rose