CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Via il pedaggio dalla Tangenziale di Como: resta un solo ostacolo da superare foto

Il Comitato, con i sindaci del territorio, che da tempo si batte per l'abolizione riceve una lettera "possibilista". Resta da superare lo scoglio della società Concessioni autostradali lombarde.

Uno spiraglio, una possibilità concreta di ottenere l’annullamento del pedaggio per la Tangenziale di Como. Il Comitato che da tempo si batte per l’abolizione di questo balzello – composto da diversi sindaci del territorio – ha ricevuto la risposta dell’ex Ministro Di Pietro – ora al vertice della Società Pedemontana – sulla proposta di togliere il pedaggio: ad essere contraria alla soluzione è solo la Società Cal (Concessioni autostradali lombarde che fa capo alla Regione). Ecco il comunicato ufficiale del Comitato e i prossimi passi che intende portare avanti:
Abbiamo ricevuto una comunicazione ufficiale, in risposta alla nostra lettera del 16 novembre scorso, da parte di Autostrada Pedemontana Lombarda: il Presidente Di Pietro ci ha dato evidenza dei risultati degli incontri avuti nei mesi scorsi con Autostrade per l’Italia e Concessioni Autostradali Lombarde (CAL). 
 
Nella sua missiva, Di Pietro ci ha relazionato circa l’esito delle valutazioni tecniche effettuate per la sostenibilità della nostra proposta ed ha evidenziato come, sostanzialmente, la stessa abbia trovato favorevole Autostrade per l’Italia, mentre la società Concessioni Autostradali Lombarde (CAL) è risultata ferma sulle proprie posizioni ante apertura Tangenziale (maggio 2015) .
 
E’ nostra intenzione, proprio sulla base di questa apertura alla valutazione della proposta, di tornare a chiedere ai referenti di CAL – leggasi in primis Regione Lombardia – di prendere in considerazione il tema della revisione del pedaggiamento, con la gratuità della tangenziale di Como sull’asse est-ovest. L’occasione sarà poi quella di avviare il ragionamento anche sul secondo lotto, considerato che nello scorso mese di dicembre, Renzi e Maroni hanno sottoscritto il “Patto per la Lombardia” prevedendo il completamento di tutta l’opera “Pedemontana”
Il Comitato No al pedaggio