CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Giovedì la prima a Como di “100 Milioni di Bracciate” il film dedicato a Leo Callone foto

Più informazioni su

Dopo averne tanto parlato è, finalmente, venuto il momento di vedere “100 Milioni di Bracciate”, il film dedicato alla vita di Leo Callone detto “il caimano del Lario”, nuotatore in acque libere e detentore di diversi record. Un uomo le cui imprese sportive sfiorano la leggenda e quelle umane ci insegnano che se c’è amore e fede si riesce sempre a ricominciare.

leo callone

Giovedì 19 gennaio, ore 20.30, il lungometraggio della regista Donatella Cervi prodotto dalla comasca Mediacreative, dopo aver debuttato sull’altro ramo del lago, diritto di precedenza per via delle origini di Leo Callone, nato a Lecco, cresciuto a Mandello del Lario e, infine, trasferitosi a Dervio, arriverà per la prima volta a Como, cinema Astra. Prima della proiezione ci sarà una breve presentazione con la regista, gli attori e, naturalmente, Leo Callone.

C’è molta attesa in città per questo film che vede il Lario co-protagonista più che sfondo alle vicende. E’ nelle acque del nostro lago che si è forgiato “il caimano” e in queste acque la regista ha voluto girare le scene più avvincenti, quelle che documentano le imprese di Leo. Un lavoro fantastico che “fa entrare” lo spettatore in acqua grazie a riprese ravvicinate sotto e sopra il lago.

Qui un assaggio di “100 Milioni di Bracciate”

Gian Marco Tavani ha dato il volto (e il fisico) a Leo nel film che racconta la sua straordinaria storia. Leo Callone, atleta azzurro capace di fare il giro del mondo due volte, detentore del record di traversata della Manica per oltre 25 anni, che ha sfidato Loch Ness, nuotato da Como a Colico, dall’Asinara a porto Torres e molto altro. “100 Milioni di Bracciate” è la storia di un grande nuotatore e del suo territorio, ma anche il racconto di come il grande sport può diventare sprone per affrontare quel che di brutto la vita riserva, la perdita del padre e anche di un figlio, il buio di una male pronosticato incurabile, e, infine nel nome dell’amore, la solidarietà per costruire un Ospedale in Guatemala dedicato alla memoria del figlio scomparso.

film cento milioni di bracciate

Nel cast l’importante presenza di un’attrice esperta come Paola Onofri che interpreta Angela Lafranconi, moglie del protagonista, e di William Angiuli attore comasco nei panni dell’allenatore Nino Musciumarra. La regista Donatella Cervi (nella foto sotto con il cast del film), si è cimentata per la prima volta in una produzione di lunga durata che prevedeva anche scene in costume, ricostruzioni di incidenti stradali, riprese aeree oltre all’adattamento del libro di Stefano Cassinelli “Bracciate per la vita” che ha costituito la base per la sceneggiatura. Nel curriculum della giovane regista comasca tanti corto e medio metraggi “d’acqua” come il pluripremiato “Diversamente invincibile” e “Un Lario da record”, documentari di imprese sportive. Ora “100 Milioni di Bracciate” parteciperà a diversi festival e la speranza è di riuscire a distribuirlo in un cospicuo numero di sale. La storia di Leo Callone, un eroe dello sport e un grand’uomo nella vita, ben raccontata in questo film merita di essere conosciuta.

100 milioni di bracciate cast

Guarda qui l’intervista a Donatella Cervi e Leo Callone negli studi di Ciaocomo

 

 

Più informazioni su