CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Soto l’albero del Pool Libertas c’è un bel 3-0 al Montecchio: punti importanti foto

I canturini di Della Rosa, anche senza Cominetti ed Olivati, disputano una bella prova davanti ai tifosi del Parini. Caio e Richards prendono per mano i compagni

Nell’ultimo incontro dell’anno solare tra le mura amiche, il Pool Libertas Cantù (volley maschile di A2) pur ancora orfano di Cominetti e Olivati regala un 3-0 al suo pubblico amico contro la Sol Lucernari dell’ex Mario Mercorio. Il primo set inizia con le due squadre in equilibro. Il primo break arriva con due attacchi di Richards e Caio, che portano la squadra di casa avanti di due (5-3). Una magia di Gerosa consegna un primo tempo ad Alborghetti per l’11-8. Il videocheck trasforma una battuta fuori di Riva in un ace, e Coach Marconi ferma il gioco (12-8). Il vantaggio interno si mantiene invariato nonostante gli assalti di Mercorio e compagni. Richards mura a uno Nowakowski, e il punteggio segna 21-15. Montecchio Maggiore, però, non molla e con un parziale di 0-3 si riavvicina (21-18), costringendo Coach Della Rosa a chiamare il suo primo time-out discrezionale. Due punti consecutivi di Frizzarin, e la Sol Lucernari è di nuovo sotto (21-20). Un’infrazione in palleggio di Butti permette ai vicentini di pareggiare (23-23), e Coach Della Rosa vuole parlarci su. Un attacco di Mercorio e si va ai vantaggi. Un muro di Riva e Alborghetti su Giglioli, e il set è dei padroni di casa (27-25).

Il secondo set inizia con Richards che martella e manda i suoi subito sul 4-1. Due attacchi consecutivi di Bertelle (entrato per Nowakowski), e la Sol Lucernari si riavvicina (8-6). Gli attacchi di Cario e Richards, però, ricacciano indietro gli avversari (14-9), e Coach Marconi ferma tutto. Al rientro in campo i vicentini accorciano le distanze (15-12), ma Monguzzi è attento e il vantaggio interno ritorna di 5 punti (18-13). Due muri consecutivi su Riva e Caio, e il distacco tra le squadre ritorna minimo (19-17), e Coach Della Rosa chiama time-out. Si prosegue con la Sol Lucernari che prova a pareggiare, e il Pool Libertas che è bravo a respingere tutti gli attacchi avversari. È una pipe di Richards a consegnare il set ai suoi (25-21).

Nel terzo set è Pranovi a spingere i suoi avanti 1-3. Il Pool Libertas impatta subito (4-3), e allunga con due ace consecutivi di Caio (8-5). Coach Marconi chiama il suo primo time-out discrezionale. La Sol Lucernari si riavvicina immediatamente (8-7), ma viene subito ricacciata indietro dai padroni di casa (11-7). I vicentini non mollano, ma Caio imperversa in attacco e coach Marconi è costretto a fermare di nuovo il gioco (14-9). Gli schiacciatori canturini fanno quello che vogliono, ma la Sol Lucernari ribatte punto su punto. Un muro di Caio su Mercorio consegna il primo match point ai suoi (24-17). Il set e la partita vengono chiuse alla prima occasione grazie a un’invasione di Mercorio.

Queste le parole di coach Massimo Della Rosa a fine partita: “Una buona partita nel complesso, soprattutto in quei fondamentali che fino ad oggi non sono stati i migliori per noi. A muro e in difesa abbiamo lavorato bene. Bene anche in attacco – Richards ha fatto il 75%, Caio ha fatto il 53%, riprendendosi da un inizio difficoltoso. Quando attacchi così non puoi che far bene. Sicuramente una partita che ci dà fiducia in attesa di due scontri importanti, con Reggio Emilia e con Bergamo, partite ravvicinate peraltro, che giocheremo il 5 e l’8. Ci voleva questa vittoria”.

POOL LIBERTAS CANTU’ 3

SOL LUCERNARI MONTECCHIO MAGGIORE 0

(parziali set 27-25, 25-21, 25-18)

POOL LIBERTAS CANTU’: Gerosa, Caio 19, Riva 8, Richards 18, Monguzzi 8, Alborghetti 10, Butti (L1), Mazza 1. NE: Cordano, Olivati, Cominetti, Laneri, Boffi (L2). All: Della Rosa, Ass: Redaelli.
SOL LUCERNARI MONTECCHIO MAGGIORE: Mariella, Pranovi 16, Mercorio 10, Nowakowski 2, Giglioli 3, Frizzarin 3, Lollato (L1), Bertelle 7, Sartori, Franchetti 1. N.E.: Mancin, Migliorin, Battocchio (L2). All: Marconi, Ass: Chicchellero

Arbitri: Gianfranco Piperata di Bologna e Vincenzo Carcione di Roma

Addetto al videocheck Fabio Piace