CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Spavento passato, notte a casa per gli sfollati del condominio di Cantù foto

Sono rientrati negli appartamenti dopo il grosso rogo che ha interessato lo stabile di Fecchio. Un corto circuito all'origine delle fiamme

Hanno potuto rientrare a casa già ieri sera dopo che i pompieri, arrivati in gran numero, hanno domato il rogo della cantina del palazzo di Fecchio di Cantù, via per Alzate (vedi precedente lancio). Ma lo spavento è stato forte per loro dopo che si è sviluppato un incendio che ha provocato fumo denso: si è temuto anche per una possibile esplosione di una bombola del gas presente. I pompieri, per fortuna, hanno messo tutto in sicurezza mentre i residenti assistevano, con giacconi pesanti e coperte addosso, alle operazioni di sistemazione. A provocare le fiamme, da quanto accertato, un corto circuito ad una batteria di un’auto: da qui è partito tutto.

Il rogo, come detto, lo hanno domato i vigili del fuoco non senza difficoltà. Hannodovuto utilizzare anche i respiratori per il denso fumo che si è sviluppato. Poi i controlli e il via libera per il rientro di chi era uscito precipitosamente attorno alle 18,30. Tutto a posto tranne nell’appartamento più danneggiato, quello sopra la cantina invasa da fumo e fiamme. Gli altri tutti a casa dopo lo spavento: oltre 20 persone che da sole prima e poi con l’invito dei pompieri successivamente hanno lasciato i loro appartamenti.