CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Autismo: Villa Santa Maria al 2° Congresso AIRA che si è tenuto a Roma

Più informazioni su

Grandi soddisfazioni per Villa Santa Maria al 2° Congresso AIRA (Associazione Italiana Ricerca Autismo), che si è tenuto a Roma nei giorni scorsi. Il comitato scientifico dell’evento, che ha avuto luogo nell’aula magna dell’Università LUISS il 6 e 7 dicembre con la partecipazione di circa 200 persone tra ricercatori, operatori e famigliari di persone affette da autismo, ha infatti inserito nella ristretta cerchia dei quattro lavori migliori, su una settantina di abstracts presentati, anche quello realizzato con il contributo del Centro di Tavernerio.
Il lavoro, che ha indagato attraverso sofisticati sistemi statistici le possibili relazioni tra i Disturbi dello spettro autistico e i difetti di sviluppo motorio nei bambini, è frutto della collaborazione tra più Enti. Tra questi l’Istituto Scientifico Stella Maris di Pisa, che ha raccolto i dati includendo nello studio le valutazioni su 32 bambini in carico alla struttura, e Villa Santa Maria, realtà specializzata nella cura e riabilitazione di bambini e ragazzi affetti da autismo e malattie neuropsichiatriche, che li ha analizzati attraverso un particolare tipo di rete neurale ideato e sviluppato al centro di ricerche Semeion di Roma.
“Negli corso degli ultimi anni abbiamo attivato numerose collaborazioni nell’ambito della ricerca scientifica con Centri specialistici sia in Italia sia all’estero”, spiega il professor Enzo Grossi, Direttore Scientifico di Villa Santa Maria. “Questo riconoscimento, così come gli altri che stiamo ottenendo a livello nazionale e internazionale, dimostra che la collaborazione tra soggetti che hanno in comune la vocazione all’eccellenza può portare a risultati molto importanti, e conferma che la strada che abbiamo intrapreso è quella giusta”.
Grazie allo sviluppo delle sue attività Villa Santa Maria è riuscita a consolidarsi come punto di riferimento a livello internazionale per chi si occupa di ricerca scientifica nell’ambito dei Disturbi dello spettro autistico. Tanto che all’ultimo Congresso internazionale IMFAR, il più importante evento sull’autismo a livello mondiale che si è tenuto lo scorso maggio a Baltimora, negli Stati Uniti, è risultata prima per numero di lavori accettati tra le realtà italiane partecipanti.

Più informazioni su