CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Dopo Saviano ci sono Pino Insegno e Carofiglio per Noir in Festival foto

La pantera nera, simbolo di questa edizione del Noir in Festival, ha dato la prima zampata ieri al Teatro Sociale di Como. Roberto Savaiano è un grande, ovunque va trova una platea calorosa e attenta, e infatti era così anche quella che ha riempito il teatro cittadino in ordine di posti. A lui è andato il premio letterario più
prestigioso del festival, il Raymond Chandler Award alla carriera.
Nel corso della serata Saviano ha presentato il suo ultimo libro “La paranza dei bambini” sul crescete fenomeno delle gang giovanili arruolate dalla camorra napoletana. Simpatica la presenza sul palco di Boosta dei Subsonica.

noir in festival

Con una pre-apertura di questa portata la XXVI edizione del Noir in Festival, che sbarca per la prima volta a Como, non può che proseguire con una programmazione di alto profilo. Il più atteso oggi è Pino Insegno, presentatore, attore e, soprattutto, doppiatore di molti attori americani. La sua voce ci ricorda molti personaggi di thriller famosi e, alle 17.00 sul palco del Teatro Sociale, leggerà passi da SOLE DI MEZZANOTTE (Einaudi 2016), l’ultimo romanzo di Jo Nesbø, scrittore norvegese, autore di una serie di best sellers del genere giallo e noir. Tra l’altro è stato proprio il Noir in Festival a portare per la prima volta in Italia Nesbo.

Insegno, che ha registrato la versione audiolibro di SOLE DI MEZZANOTTE,  proporrà una lettura calda, magnetica, avvolgente per un romanzo che travalica i confini del giallo diventando romanzo sociale, di denuncia, d’amore. Sullo sfondo dell’implacabile luce estiva nei pressi del circolo polare artico, in un ambiente aspro, tra sette estremiste e oscure del protestantesimo, l’azione rallenta e fa spazio all’introspezione dei personaggi e a lunghi monologhi dal sapore hard-boiled che l’interpretazione di Insegno esalta facendo emergere i rimpianti e le miserie di uomini derelitti, all’ultima chiamata per la catarsi. Primo fra questi Jon alias Ulf…

Tutti gli eventi del Noir in Festival si svolgono al Teatro Sociale e sono ad ingresso gratuito senza bisogno di prenotazione

Il programma  prosegue alle 18.00 con lo scrittore Gianrico Carofiglio che presenta L’ESTATE FREDDA (Einaudi 2016). L’ex magistrato pugliese, racconta l’epopea sanguinosa di una mafia stracciona e letale. Una storia dal ritmo perfetto in cui Carofiglio combina fatti realmente accaduti, personaggi memorabili, travolgente invenzione narrativa.

noir in festival

Noir in Festival è un’equilibrata alchimia di genere tra libri e film, infatti alle 21.30 partono le proiezioni delle pellicole in rassegna.
SARÀ PER UN’ALTRA VOLTA di Adriano Giannini è un cortometraggio (15’), sostenuto da una campagna di crownfounding, in cui il figlio del celebre Giancarlo si trasferisce addirittura nella preistoria per una storia dai toni noir.  Nel mondo spietato e disumano dei primi uomini una donna si allontana dal suo accampamento. Nel bosco minaccioso scopre qualcosa che potrebbe cambiare le sorti dell’umanità.

 

A seguire BLOOD FATHER di Jean-Francois Richet con Mel Gibson. Film thriller con venature horror .Dopo che il suo fidanzato ha rubato un mucchio di soldi a un cartello della droga, la diciassettenne Lydia è costretta a darsi alla fuga. Ha ormai un solo alleato, suo padre John Link, uomo dal passato violento, che ha trascorso un periodo in carcere e che ora vive in una roulotte
facendo il tatuatore. Per salvare sua figlia, dovrà riprendere le armi in mano, far ricorso alle sue conoscenze e a tutte le abilità di ex criminale.

Il film segna il grande ritorno di Mel Gibson all’action movie accanto a un cast di prim’ordine. Il film è in lingua originale sottotitolato.