CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il Pd di Como:”Nessun rimpianto, tanto lavoro serio. Ora le Amministrative” foto

La sconfitta al referendum sprone per guardare avanti:"Pensiamo di dare una proposta serie e concreta ai cittadini". Il grazie a chi si è impegnato nelle ultime settimane.

Sconfitti si, ma senza rimpianti. E senza nulla da rimproverarsi. Tutti in prima fila nei giorni scorsi con impegno massimo. E’ questa la nota ufficiale della segreteria del Pd di Como dopo l’esito del referendum di ieri. Eccola riportata integralmente

 

Abbiamo assistito ad un grande esercizio di democrazia: gli italiani, dopo tanti anni di forte astensionismo, hanno votato in misura superiore alle aspettative per determinare il loro futuro. Da domani si tornerà a lavorare duramente per i problemi che attanagliano il nostro Paese ma l’amarezza per aver perso l’opportunità di segnare il futuro adeguando il testo costituzionale alle attuali esigenze è forte. Il messaggio di Matteo Renzi è stato semplice e chiaro, ora tocca a chi si è schierato contro questa Riforma presentare una risposta credibile, per andare al voto e inaugurare una nuova stagione di riforme.

Questa sconfitta non porta con sé nessun rimpianto. La nostra campagna referendaria è il frutto di un lavoro coordinato e capillare, in cui tutti si sono spesi in prima persona: i nostri deputati, Chiara Braga e Mauro Guerra; Luca Gaffuri, consigliere regionale; il nostro segretario provinciale, Angelo Orsenigo, così come il coordinatore del Comitato Como Per il Sì, Giovanni Pontiggia. Un grande ringraziamento è rivolto anche ai tanti comitati sorti su tutto il territorio, ai tanti giovani che hanno investito il loro tempo in questa campagna referendaria e a tutti i Circoli del PD della nostra provincia. Adesso il nostro impegno si rivolge alle prossime elezioni amministrative di Como, Cantù e Erba, dove stiamo lavorando per una proposta seria per i nostri cittadini.