CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Il comasco Guido Formigoni vincitore del Premio “Franco Cuomo” per il giornalismo

Più informazioni su

Il comasco Guido Formigoni, vincitore del ‘Franco Cuomo International Award’ per la sezione Giornalismo e saggistica è stato premiato giovedì 1 dicembre a Roma, in una cerimonia  presso Palazzo Giustiniani.

Tra le motivazioni del Premio a Formigoni, docente di Storia contemporanea allo IULM di Milano, il profondo lavoro di ricerca che caratterizza la sua opera Aldo Moro. Lo statista e il suo dramma, un saggio che getta nuova luce sulla vicenda umana e politica di uno dei protagonisti più autorevoli della nostra storia.

Guido Formigoni è, anche,  condirettore della rivista quadrimestrale «Ricerche di storia politica» (edita da Il Mulino). Coordina il comitato scientifico per la pubblicazione dell’Opera omnia del cardinal Carlo Maria Martini. Fa parte del Comitato scientifico internazionale di Civitas – Forum of Archives and Research on Christian Democracy; del Consiglio scientifico dell’Istituto per la storia dell’Azione cattolica e del movimento cattolico «Paolo VI» di Roma (Isacem); del Gruppo di lavoro per la ricerca storiografica su Aldo Moro istituito presso l’Accademia Aldo Moro; del Comitato di consulenza del Centro studi su politica estera e opinione pubblica di Milano; del gruppo di consulenza scientifica della Società editrice Il Mulino nel campo della storia.

Ha presieduto dal 1999 al 2008 l’associazione Città dell’uomo (che si occupa di formazione e cultura politica) e diretto la sua rivista, «Appunti di cultura e politica». E’ stato anche redattore della rivista «Il Mulino» e dell’«Annale» della Sissco (Società italiana per lo studio della storia contemporanea).

Ha pubblicato i saggi «La Democrazia Cristiana e l’alleanza occidentale» (1996), «Storia della politica internazionale nell’età contemporanea» (nuova ed. 2006) e «L’Italia dei cattolici» (2010).

guido formigoni professor

A selezionare il suo nome un’autorevole giuria, presieduta dal professor Otello Lottini e composta da intellettuali ed esponenti del mondo della cultura in Italia: Giuseppe Marra, Presidente del Gruppo GMC Adnkronos, Maurizio Scaparro, autore e regista teatrale, Emilia Costantini, scrittrice e giornalista del Corriere della Sera, Paolo Acanfora, docente di Storia contemporanea allo Iulm di Milano, Giancarlo Bosetti, direttore della rivista internazionale Reset Doc, Piotr Salwa, direttore dell’Istituto polacco di Cultura, Maria Pia Fiorentino, scrittrice e giornalista, direttore della rivista L’eterno Ulisse e Giampiero Mele, saggista e imprenditore.

Con il Patrocinio dell’ECPD, il Centro Europeo per la Pace e lo Sviluppo delle Nazioni Unite, il ‘Franco Cuomo International Award’, premio dell’associazione Ancislink intitolato allo scrittore, giornalista e drammaturgo scomparso nel 2007, si propone di valorizzare nuove forme di espressione culturale, sociale e umana del nostro tempo. Un’iniziativa che intende premiare chi si è distinto in quattro diversi ambiti culturali: letteratura, saggistica e giornalismo, teatro e, da questa edizione, arte. A queste sezioni si aggiungono alcuni “Premi speciali” consegnati a chi, con il proprio talento, rappresenta l’eccellenza.

 

Ad aggiudicarsi il Premio per la sezione Giornalismo e Saggistica insieme a Formigoni anche Il giornalista del Corriere della Sera Aldo Cazzullo, mentre per la sezione Letteratura la scrittrice e conduttrice radiotelevisiva Rai Cinzia Tani e lo scrittore Valerio Magrelli. Per la sezione Teatro sono stati premiati invece l’attrice turca Serra Ylmaz e Antonio Salines, mentre per la sezione Arte il riconoscimento è andato a Omar Galliani e allo scultore Tommaso Cascella. Tre Premi Speciali, infine, a Staffan De Mistura, inviato speciale del Segretario delle Nazioni Unite in Siria, a Mario Micheli Professore di Museologia e critica artistica e del restauro e a Roberto Bini, direttore di Nabige Editore.

 

 

Più informazioni su