Quantcast
Il fatto del giorno

Cambio alla Diocesi di Como: lascia Coletti, arriva Cantoni da Crema

Tutto previsto: il vescovo uscente lasca la carica per ragioni di età, forte emozione per il saluto ai fedeli. Il nuovo responsabile è nato a Lenno ed ha studiato al Gallio-

Lascia il vescovo Coletti, per raggiunti limiti di età, al suo posto arriva Monsignor Oscar Cantoni. L’annuncio è stato dato oggi a mezzogiorno dal vescovo dimissionario nel corso di un incontro in Seminario con i preti della Diocesi. «Non è facile raccogliere il peso di una missione episcopale così impegnativa quale è quella della diocesi di Como. Tuttavia sono consapevole che è nello stile di Dio usare persone semplici come me. Spero di essere all’altezza di questo compito”

Monsigno Oscar Cantoni, attualmente vescovo di Crema, è nato a Lenno. Dopo gli studi classici al Collegio Gallio dei Padri Somaschi di Como, nel 1970 è in seminario diocesano e il 28 giugno 1975 è ordinato presbitero a Como dal vescovo di allora Ferraroni. La sua scelta è arrivata proprio in queste ore alla Diocesi di Como.

Monsignor Coletti, come detto, lascia l’incarico per raggiunti limiti di età. Lo ha fatto sempre stamane non senza un pizzico di emozione nel salutare la sua grande Diocesi dove ha sempre lavorato con impegno e profitto.

(foto di Cantoni da Mondopadano.it)

leggi anche
oscar cantoni vescovo di como
La scheda
Studi classici al Collegio Gallio, ordinato presbitero da monsignor Ferraroni
oscar cantoni primo piano
L'impegno
Le prime parole del Vescovo:”Pronto, ma ho una grande responsabilità”
diego coletti
Il saluto
L’emozione di Coletti:”Profonda gratitudine: adesso pregate per me”
oscar cantoni vescovo di como
Assegnazione
Como: in attesa del nuovo vescovo, Calori amministratore diocesano
oscar cantoni primo piano
Saluti e messa
Diocesi di Como pronta ad accogliere il nuovo vescovo: domenica la festa
oscar cantoni vescovo di como
Ormai ci siamo.....
Como pronta all'”invasione” dei fedeli: in migliaia per salutare il vescovo
foto concerto duomo como
La festa
Folla in Duomo per il nuovo vescovo: poi a pranzo con i poveri al Don Guanella
commenta