Lega pro salva

Sospiro di sollievo: esercizio provvisorio concesso, il Como va avanti fotogallery

La comunicazione al curatore fallimentare Di Francesco dopo la richiesta presentata. Si può guardare al futuro con moderato ottimismo. Domenica Coppa Italia.

Non nascondiamocelo. Era lo scoglio più difficile da superare ed è stato superato dopo che sabato il Tribunale di Como – sezione fallimentare – ha dichiarato lo stato di insolvenza del Como e, di conseguenza, il suo fallimento. Restava solo un “appiglio” a cui aggrapparsi per andare avanti con la stagione e la squadra in Lega Pro. La concessione dell’esercizio provvisorio. Che il Tribunale ha concesso ieri nel tardo pomeriggio dando subito comunicazione al curatore fallimentare Francesvo Di Michele.

E questo è un sospiro di sollievo indubbio. Per il club – che sta vivendo giorni difficilissimi – e per i tifosi. Stagione, di fatto, garantita anche senza eventuali investimenti di mercato o spese extra. Si va avati, questa è la certezza. Magari con budget limitato, ma la continuità è sicura. Soddisfatti i supporters che ora pensano già alla prima partita della stagione: domenica si gioca a Pavia la gara con il Montecatini, primo turno di Tim Cup. Il sinigaglia non è ancora pronto, altro guaio da risolvere in fretta.

Ma intanto anche se c’è il fallimento la continuità è confermata. Soddisfazione anche dello staff tecnico, capeggiato da Fabio Gallo e da tutti i giocatori che ieri sera hanno appreso la notizia con legittima soddisfazione.

leggi anche
ingresso stadio sinigaglia
Il caso
Como rischia il fallimento: rabbia dei tifosi, il club si difende:”Mai sanzioni Figc”
udienza fallimento como in tribunale
Il fatto
Udienza fallimento conclusa: il giudice dà fiducia al Como, la Procura no
udienza fallimento como
Niente di fatto
Fallimento Como, udienza conclusa: il giudice si riserva la decisione
udienza fallimento como
Il verdetto
I giudici non credono al Calcio Como: dichiarato il fallimento!
raduno como centro sportivo orsenigo
Como
Fallimento Como:”Noi crediamo nella società ed andiamo avanti convinti”
commenta