Lo choc

Rovello Porro, in carcere per spaccio mamma e figlio: incastrati dalle immagini

Gestivano una fiorente attività secondo i carabinieri di Turate: accertati almeno 450 scambi di sostanza stupefacente, 30 i clienti identificati.

Lei (Natalina Sculli) classe 57, lui (Claudio Saverio) è dell’88. Mamma e figlio che per tirare avanti hanno deciso di spacciare droga in paese, ma anche in quelli vicini. Incastrati dalle telecamere, in tutto 450 passaggi di stupefacente tra di loro ed i clienti. Una trentina quelli identificati e segnalati al Prefetto. Attività tra Rovello Porro, il paese di residenza di mamma e figlio – entrambi già noti alle forze dell’ordine – ma anche a Bregnano, Puginate, Fino Mornasco. I due sono finiti al Bassone, arrestati oggi dai carabinieri di Turate che hanno svolto l’indagine durata – con pedinamenti mirati – oltre 9 mesi assieme ai colleghi del nucleo cinofilo di Casatenovo (Lecco).

Al Bassone, dunque, mamma Natalina e figlio 28enne, accusa di detenzione a fini di spaccio. Altri due parenti indagati per gli stessi reati, ma a piede libero. I due colpiti da ordinanza di custodia cautelare della procura di Como. In tutto sequestrati 50 grammi di droga riferibili alla fiorente attività di spaccio della famiglia.

Più informazioni
leggi anche
spaccio casa erba droga e soldi
Presa
Erba, spaccia cocaina dal finestrino della sua auto: finisce in carcere
carabinieri menaggio piantine canapa
Il blitz
Coltiva canapa in casa, piante sequestrate dai carabinieri: denunciato
commenta