CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Omicidio Deiana, secondo fermo: VIRGATO RISCHIA L’ERGASTOLO

Omicidio Deiana, secondo fermo – Dopo Giuseppe Monti, il 34enne imbianchino di Bregnano, anche Francesco Virgato. Per quest;ultimo, gia’ in carcere da mesi per ilo delitto di Ernesto Albanese a Guanzate, nuova ordinanza di custodia cautelare, accusato di avere ucciso Salvatore Deiana, il 40enne di VIllaguardia scomparso da 6 anni a coltellate. Episodio in un bar di Vertemate sulla Statale dei Giovi dove lui e MOnti avrebbero affrontato dopo una serata proprio Deiana. Colpito ripetutamente con un coltello per una vendetta, per un possibile sgarro. Lasciato morire li’ e poi sepolto in un fosso nella bassa comasca (luogo ancora non trovato).

In queste ore a Virgato, gia’ in cella, gli agenti della squadra mobile della Questura hanno notificato in carcere il provvedimento. E per Virgato la situazione si fa diffiicile: deve rispondere di accuse che lo possono portare all’ergastolo.

ANALOGIE TRA I DUE DELITTI

Tante, troppe,analogie tra le morti di Albanese e di Deiana. LO si e’ sempre scritto e sostenuto, adesso c’e’ anche un legame diretto: Francesco Virgato, spietato killer secondo la Procura di Como, avrebbe preso parte ad entrambi gli episodi. E’ gia’ in cella proprio per il delitto di Guanzate. Non escluso, al momento, il coinvolgimento di altre persone.

delitto albanese