CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Nomine: rappresentanti del Comune di Como per Acsm-Agam e Spt

Più informazioni su

Il Comune di Como dovrà presto rinnovare i propri rappresentanti in aziende municipalizzate e fondazioni nelle quali ha partecipazioni. Entro il 16 febbraio gli interessati dovranno far pervenire agli uffici comunali competenti la propria candidatura. Tra le “poltrone vacanti” ve ne sono alcune particolarmente importanti. In SPT Holding SpA, azienda di trasporto pubblico, si dovranno nominare 2 membri, per ACSM-AGAM SpA 4 consiglieri (in questo caso, la procedura di nomina del Cda prevede che il Comune di Como designi quattro consiglieri da inserirsi nella “Lista Amministratori” che verrà presentata congiuntamente dai soci aderenti al Patto Parasociale siglato tra il Comune di Como, il Comune di Monza e A2A SpA)

Da rinnovare anche i consigli delle fondazioni Don Eugenio Bonoli e La Presentazione Il Comune di Como deve provvedere alla nomina dei propri rappresentanti negli organi amministrativi dei seguenti enti: Fondazione “Don Eugenio Bonoli” 2 membri, Fondazione “La Presentazione” 4 membri, . Chiunque sia interessato a ricoprire una delle suddette cariche può far pervenire, entro il 16 febbraio, la propria proposta di candidatura, indirizzata al sindaco del Comune di Como, compilando il Modello “Proposta di candidatura”, completo di tutta la documentazione richiesta e debitamente sottoscritto. Il modello è scaricabile dal sito ( Albo Pretorio on line/Avvisi) La presentazione della candidatura dovrà avvenire o a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Como – Via Vittorio Emanuele II, 97 (orari: lunedì, martedì e giovedì 8.30-13.00/14.30-17.00, mercoledì del cittadino 8.30-15.30, venerdì 8.30-13.00) o a mezzo PEC (Posta Elettronica Certificata) al seguente indirizzo comune.como@comune.pec.como.it Per ogni eventuale informazione e chiarimento, è possibile rivolgersi al settore Gabinetto del Sindaco/Rapporti con Partecipate (tel. 031/252026). REQUISITI GENERALI Come previsto dalla delibera “Indirizzi in ordine alle nomine, designazioni e revoche di rappresentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni” approvata dal consiglio comunale nel 2012, i candidati alle nomine e alle designazioni devono avere comprovata competenza tecnica, giuridica o amministrativa adeguata alle caratteristiche specifiche del ruolo o esperienza in almeno cinque anni di attività di direzione, gestione, controllo, in organismi del settore pubblico o privato ovvero avere responsabilità di studio professionale operante da almeno 5 anni, oppure attività di docenza universitaria o ricerca per almeno un quinquennio REQUISITI SPECIFICI Gli ulteriori requisiti specifici richiesti per presentare la propria candidatura presso la società ACSM-AGAM S.p.A., quotata alla Borsa Valori di Milano, sono dettagliatamente indicate al punto 1.1 dei Patti Parasociali, all’art. 16 dello Statuto societario, agli articoli 147-ter del Decreto Legislativo n. 58/1998 (TUF) e visionabili sul sito www.acsm-agam.it alla sezione “Governance” INCOMPATIBILITA’ (art. 2 degli Indirizzi generali sopra richiamati): I nominati o designati non dovranno trovarsi in situazioni di incompatibilità determinata: a) dal rapporto di coniugio, di parentela e di affinità entro il 3° grado con il Sindaco o uno degli Assessori o dei Consiglieri Comunali in carica; b) dal trovarsi nelle condizioni previste dall’art. 2399, 1° comma lett. a), b) e c) del Codice Civile; c) dall’essere membro del Governo o del Parlamento nazionale o europeo; consigliere o assessore regionale; consigliere o assessore comunale o provinciale o dal ricoprire la carica di segretario o di coordinatore in partiti, movimenti e gruppi politici, liste civiche comunque denominate a livello comunale, provinciale, regionale o nazionale; d) dal rapporto di pubblico impiego, dipendenza, consulenza o incarico col Comune di Como (compresi i soggetti in rapporto di impiego ai sensi degli artt. 90 e 110 del D. Lgs. n. 267/2000), sino alla cessazione del medesimo; e) dal rapporto di impiego, consulenza o incarico con l’Ente, Azienda, Istituzione o Società presso cui dovrebbe essere nominato o designato dal Comune di Como, sino alla cessazione del medesimo

Più informazioni su