CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Rincari al casello di Fino:”Una indegna rapina di Stato…” (LEGGI)

Rincari al casello di Fino – “Lupi riveli le ragioni dell’indegna rapina dello Stato ai danni dei lavoratori pendolari che transitano per il casello di Fino Mornasco”. Dopo aver duramente contestato i rincari autostradali imposti all’uscita dell’A9, il deputato leghista Nicola Molteni porta il caso direttamente a Roma e un’interrogazione al ministro alle Infrastrutture chiede le “ragioni dell’ennesimo salasso ai danni di pendolari e lavoratori del Nord”. “Lupi aveva
annunciato aumenti massimi dell’1,50% sui pedaggi autostradali e a Fino Mornasco ha imposto rincari che superano il 10%, una follia che penalizza il nostro territorio”.

“La Milano Como  – prosegue Molteni – è l’autostrada più cara d’Italia (8 euro andata e ritorno, per 34 chilometri), la batosta sul pedaggio di Fino rappresenta un accanimento scandaloso, deciso in un subdolo blitz governativo, l’ultimo giorno dell’anno”. Molteni ricorda che su quell’arteria “gravita il Pil del Paese” e che “in tanti oggi usano il casello di Fino Mornasco per ‘sfuggire’ a quello di Grandate, che è uno dei più cari d’Italia”. “Lupi sta bastonando la parte produttiva del Paese, una zona che è tra quelle che maggiormente contribuiscono al Pil nazionale. Il suo governo si conferma il principale nemico di chi fa impresa e dei lavoratori”.