CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Investimenti comaschi su D-Orbit lo spazzino spaziale

Più informazioni su

cristoforetti pulizie

Investire in “spazzatura spaziale”…sembra una cosa da fantascienza o, perlomeno, da posti tipo Cape Canaveral e, invece, la spazzatura spaziale ha molto più a che fare con noi comaschi che con Samantha Cristoforetti, per quanto l’astronauta italiana nei giorni scorsi è stata fotografata mentre faceva le pulizie sulla Stazione Spaziale Internazionale. D-Orbit è una dinamica start-up che si occupa proprio di questa problematica futuribile ed sostenuta, anche, da Como Venture, l’iniziativa della Camera di Commercio Como.

D-Orbit, giovane società operante nel settore spaziale e promotrice di innovazione e sviluppo tecnologico volti alla mitigazione dell’incombente problema della ‘spazzatura spaziale’, taglia il nastro di un nuovo round di investimento completato con successo nel proprio percorso di fundraising.  La Società ha coinvolto in questo round vecchi e nuovi investitori finanziari: Quadrivio Capital SGR, che ha accompagnato e sostenuto D-Orbit in tutto il proprio percorso fin dalla nascita, e Como Venture, una delle più attive realtà finanziarie nel mondo start-up italiano.

D-Orbit, attiva nello sviluppo di sistemi di decommissioning di satelliti (ossia sistemi responsabili della rimozione sicura e controllata dei satelliti al termine della vita operativa), in poco più di tre anni si è internazionalizzata, con una solida presenza in Europa e negli Stati Uniti, ha qualificato il suo innovativo dispositivo, ha stretto promettenti partnership di carattere commerciale ed ha ottenuto riconoscimenti e sostegno da parte delle Agenzie Spaziali di tutto il mondo: tra gli altri ASI, ESA e NASA.

La società nata nel 2011 dall’idea di quattro giovani ingegneri aerospaziali, grazie al supporto del fondo TT Venture (il segmento focalizzato sul venture capital “targato” Quadrivio), ha, nel corso degli anni e con continuità, raccolto significativi successi che le hanno consentito di diventare una piccola ma dinamica realtà in grado di stringere accordi con i big players del settore.

Il processo di fundraising non si conclude con questo round in investimento, bensì proseguirà nel 2015 con lo scopo di attirare ulteriori investitori italiani e stranieri.

d-orbit rossettini

 

Luca Rossettini, primo fondatore e Amministratore Delegato della società, ringrazia pubblicamente Quadrivio per il supporto che in questi anni ha saputo dare nella crescita dell’azienda, e Como Venture che permetterà a D-Orbit di sviluppare più rapidamente l’avanzamento tecnico e commerciale che la porterà a diventare leader di sistemi di decommissioning per lo spazio. “Noi forniamo un motore propulsivo intelligente ai satelliti” dice Rossettini, “ma il vero motore di questo progetto, noi, necessita di altrettanto carburante, e Quadrivio e Como Venture sono proprio quello che ci serviva. In D-Orbit ci piace la velocità, e quindi il carburante che troveremo nel 2015 per accelerare ancora di più il nostro motore ci porterà davvero in orbita”.

La dinamicità e la propensione all’innovazione della Società hanno attratto un nuovo investitore professionale, Como Venture, che conferma la sua propensione a selezionare e credere in progetti capaci di favorire processi di innovazione e sviluppo considerevoli con forte ricadute sul territorio e altissime potenzialità di crescita.

d-orbit traglio

Maurizio Traglio, Presidente di Como Venture, precisa che la partecipazione di Como Venture all’investimento risponde all’obbiettivo di carattere generale, insito nel progetto “Sistema Como” varato dal Presidente della Camera di Commercio di Como Paolo De Santis, di diffondere e sostenere la cultura dell’innovazione per favorire la nascita di nuove imprese in modo sistematico, facendo appunto “sistema” con università e centri di ricerca, imprenditoria e strutture dedicate all’apporto di capitale fisico ed economico. In particolare Como Venture (società della quale sono soci 26 imprenditori comaschi) oltre all’opportunità di partecipare ad un progetto molto innovativo, nella fase di sviluppo di questa iniziativa, avrà la possibilità di coinvolgere imprese del territorio comasco, obbiettivo che è  possibile conseguire considerato  il numero elevato delle potenziali applicazioni del progetto stesso.

Quadrivio, uno dei principali gruppi di investimento in capitale di rischio in Italia con oltre 60 professionisti e circa un miliardo di euro di asset in gestione, attraverso il fondo di Venture Capital TT Venture, ha lo scopo di valorizzare le iniziative in settori caratterizzati da un elevato grado di tecnologia e di innovazione quali Life-Science, New Materials, Clean Tech e Agro-food. “Siamo molto soddisfatti degli sviluppi ottenuti da D-orbit, che nel 2011 era solo un’idea ed oggi è una start-up che dialoga con i principali operatori industriali del settore“ ha commentato Elisabeth Robinson, Direttore Investimenti dell’aerea Venture Capital di Quadrivio Capital SGR “abbiamo supportato la società nel rendere possibile tale operazione e la supporteremo nella ricerca di ulteriori investitori per proseguire gli importanti sviluppi previsti nel corso del 2015”.

L’investimento annunciato costituisce un  passaggio importante per D-Orbit, ma non certo quello conclusivo. Pertanto, ulteriori importanti investimenti si renderanno necessari, proseguendo nella strategia di collaborazione con i Centri di eccellenza scientifica ed implementando i rapporti industriali e commerciali con partners locali ed internazionali.

 

 

 

Più informazioni su