CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Fondazione Minoprio menù a tema per il Terra Madre Day

Più informazioni su

Prodotti locali e sostenibili alla Fondazione Minoprio per il Terra Madre Day.

La Fondazione partecipa all’iniziativa celebrando il cibo locale all’interno del suo nuovo ristorante ThinkGreen by Sodexo.

Vertemate con Minoprio – La Fondazione Minoprio aderisce all’iniziativa organizzata da Slow Food in tutto il mondo il 10 dicembre, con l’obiettivo di promuovere produzioni e metodi di consumo sostenibili presso le comunità e i decisori locali.

Lanciato da Slow Food nel 2004, questo progetto di scala globale unisce comunità del cibo di 160 Paesi che condividono una visione di produzione alimentare radicata nelle economie locali e che rispetti l’ambiente, le conoscenze tradizionali, la biodiversità e il gusto.

Per l’occasione, all’interno del nuovo ristorante ThinkGreen by Sodexo della Fondazione Minoprio sarà servito un menu a tema, a base di polenta, spezzatino, salame e crostata alla marmellata, utilizzando i prodotti a chilometro zero provenienti dalle aziende agricole locali e i prodotti coltivati direttamente dal Centro Agricolo della Fondazione.

Inoltre le attività di sensibilizzazione coinvolgeranno direttamente gli allievi della scuola agraria, che realizzeranno interviste e filmati per promuovere modelli di produzione e di consumo sostenibili, in linea con la filosofia Slow Food del “buono” per il palato, “pulito” per gli uomini, gli animali e la natura, e “giusto” per produttori e consumatori.

La Condotta di Como ossia il braccio operativo di Slow Food sul territorio, oggi guidato dal fiduciario Giorgio Esposti e da un Comitato con membri esperti del settore enogastronomico, appoggia con entusiasmo questo importante evento della Fondazione internazionale Terra Madre Day di Slow Food che si prefigge di avvicinare le persone al mondo agricolo, un settore che è riscoperto dopo un lungo periodo di oblio. Giorgio Esposti segnala la necessità di ridare dignità agli agricoltori e al lavoro che svolgono spesso in condizioni difficili e in luoghi che altrimenti andrebbero verso condizioni di degrado e abbandono.

“Il cibo è l’occasione migliore per raggiungere questo obiettivo perché i consumatori (o co-produttori come  Slow Food ama definirli), attraverso l’apprezzamento dei sapori e dei profumi, possono essere educati al gusto ma anche essere informati del lavoro che viene svolto dagli agricoltori o dagli altri attori della filiera produttiva (casari, vinificatori, panettieri…) e quindi sostenere le attività artigianali del territorio. Il mantenimento delle economie locali è garanzia di posti di lavoro, porta alla valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche e alla difesa dell’ambiente e permettono di tenere viva la memoria storica della realtà in cui si vive.

Fondazione Minoprio ed il ristorante ThinkGreen by Sodexo fanno a questo proposito un ulteriore passo avanti nella direzione del “buono”, “pulito” e “giusto”, in quanto esempi di ristorazione collettiva responsabile che si fondano sul benessere delle persone e del pianeta, rivolgendosi in questo caso ai  giovani studenti. Non credo siano molti in Italia a realizzare un evento di questo tipo.”

Oltre a Terra Madre Day, sono molte le attività di collaborazione tra la Fondazione e il ristorante ThinkGreen by Sodexo per la promozione di stili di vita salutari e sostenibili: ad esempio, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, la Fondazione ha organizzato un’iniziativa di “Riuso Creativo”, mettendo a disposizione degli allievi della scuola gli scarti di imballaggi agroalimentari, come le cassette in legno e plastica, i barattoli in latta, i sacchi del pane, le scatole di cartone ecc. In questo modo i ragazzi hanno potuto mettere a frutto tutta la loro creatività per dare nuova vita a questi materiali e creare oggetti funzionali o di uso comune, che saranno esposti nel ristorante.

Fondazione Minoprio, nel panorama formativo italiano, si conferma come una originale Scuola di Alta specializzazione nel settore dell’Agricoltura. Tra i corsi l’offerta è diversificata. Per i giovani si può scegliere tra l’Istituto quinquennale Tecnico Agraria, Agroalimentare e Agroindustria, Gestione dell’Ambiente e del Territorio“Giordano Dell’Amore” e i Corsi di qualifica triennale e del IV anno di Istruzione e Formazione Professionale. finanziati da Regione Lombardia mediante il sistema della Dote. Per la formazione superiore le proposte vanno dalla novità dei corsi postdiploma  ITS (Istituto Tecnico Superiore) per la formazione della nuova figura di Tecnico Superiore per il controllo, la valorizzazione, la commercializzazione e il marketing delle produzioni agroalimentari (commercio estero) al Master postlaurea in progettazione e realizzazione di parchi e giardini.

Più informazioni su