CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Maltempo a Como, conto alla Regione: DUE MILIONI E MEZZO

frana via valeria comoMaltempo a Como – Due milioni e 450mila euro. Questa la stima dei danni provocati a Como dall’ondata di maltempo che nei giorni scorsi ha colpito tutto il Nord. I tecnici del Comune di Como hanno trasmesso oggi in Regione l’elenco dei danni, pubblici e privati, per dissesto idrogeologico e allagamenti. La valutazione è stata predisposta sulla base dei metri quadri e delle superfici interessate e degli interventi previsti e comprende per quanto riguarda le frane gli episodi verificatisi in via per Civiglio e via alla Grotta, via Nino Bixio, via Valeria, via Pannilani, via Cardano, via Monte Caprino e via Maestri Campionesi, via Mognano, via Zampiero, il crollo del muro di via Grandi nell’area Ticosa; per quanto riguarda gli allagamenti e l’esondazione del lago Lazzago, via D’Annunzio, via Monte Caprino, via Ninguarda, via XXVII Maggio, via Canova, via Mognano, via Venturino e piazza Cavour.
Frana via bixio“Si tratta di una stima – spiega l’ingegner Pietro Gilardoni, dirigente del settore Reti di Palazzo Cernezzi – Siamo di fatto ancora in emergenza e per molte situazioni bisogna ancora capire quali lavori realizzare”. La richiesta dell’elenco dei danni è stata formulata a tutti gli enti locali dalla Regione che ha già presentato, nei giorni scorsi, alla presidenza del Consiglio dei Ministri un’istanza di deliberazione dello stato di emergenza. In particolare, le zone interessate dal maltempo in Lombardia sono state Milano città e provincia e una serie di Comuni delle province di Varese, Lecco, Como, Monza, Brianza, situati sull’asta dei fiumi Seveso, Lambro, Olona, già duramente colpiti dalle alluvioni della scorsa estate, e altri Comuni delle province di Lodi, Cremona, Pavia, Mantova, Bergamo, Brescia e Sondrio. “Mi auguro che la promessa di svincolare dal patto di stabilità gli interventi di messa in sicurezza del territorio sia presto trasformata in realtà” commenta il sindaco di Como Mario Lucini