CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Filosofia: le strategie di Charlie Brown per vivere più felici.

Più informazioni su

La psicoeconomia di Charlie Brown: le strategie di Matteo Motterlini per una società più felice.

Martedì 18 novembre alle 18.30, presso la Sala Canonica del Teatro Sociale di Como, il filosofo e neuroeconomista Matteo Motterlini presenterà il libro “La psicoeconomia di Charlie Brown. Strategie per una società più felice” (Rizzoli, 2014). Durante l’incontro, moderato da Alfredo Tomasetta, interverranno Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie di Regione Lombardia, Annarita Polacchini, amministratore delegato di ASF Autolinee e Salvatore Amura, presidente dell’Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como.

L’evento è organizzato da Parolario in collaborazione con Teatro Sociale di Como e libreria Feltrinelli di Como.

Nel suo nuovo saggio Matteo Motterlini spiega quali sono le regole che si possono seguire per vivere in una società più felice. Nessuno vorrebbe essere stressato, inefficiente e con i conti in rosso, ma spesso lo siamo, come individui e come Paese. Lo dimostrano la recente crisi e la persistente difficoltà dei governi a farci “fare la cosa giusta”: inquinare meno, pagare le tasse, andare alle urne, bere con moderazione… Perché siamo così difficili da governare? Perché si parte dal presupposto che siamo esseri economicamente razionali. Peccato non sia così, come rivelano numerosi esperimenti sul campo e le immagini del cervello in azione. In realtà siamo insicuri come Charlie Brown, egocentrici come Lucy, pigri come Snoopy.

Il modo per cambiare in meglio i nostri comportamenti non è subissarci di raccomandazioni, norme e burocrazia, ma spingerci gentilmente nella direzione giusta. È ciò che spiega Motterlini in questo libro ricco di casi esemplari ed esperimenti curiosi, che delinea una proposta praticabile in tre semplici passi. Il primo è creare un ambiente di scelta più ecologico e salutare: bollette e contratti più trasparenti, termostati più intelligenti, mense scolastiche più sane, informazioni più accessibili. È la rivoluzione del nudge, già adottata negli Stati Uniti e in alcuni Paesi europei. Il secondo riguarda la politica, che dovrebbe abbandonare i provvedimenti dettati dall’improvvisazione e dall’ideologia per basarli sull’evidenza dei dati. Il terzo dipende da noi, perché le “regole di Charlie Brown” valgono per tutti nelle decisioni di ogni giorno.

Matteo Motterlini

Filosofo e neuroeconomista, è ordinario di Filosofia della Scienza all’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano e direttore del Cresa (Centro di ricerca di epistemologia sperimentale e applicata). È stato Visiting Professor alla Carnegie Mellon University e alla UCLA. Ha scritto numerosi saggi e collabora con Il Sole 24 Ore e CorrierEconomia. È autore di “Economia emotiva” (Rizzoli, 2006) e “Trappole mentali” (Rizzoli, 2008) entrambi disponibili in BUR e tradotti in varie lingue.matteo_motterlini

Per informazioni:

Tel. +39.031.301037

info@parolario.itwww.parolario.it

Facebook: facebook.com/Parolario

Twitter: @Parolario

 

Più informazioni su