CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Parte “Il Cuore a Scuola”, un progetto di Comocuore

Più informazioni su

Questa settimana prende il via “Il cuore a Scuola”, il nuovo progetto dell’Associazione Comocuore Onlus. Si tratta di uno studio elettrocardiografico nei bambini delle scuole elementari della città di Como per la ricerca di eventuali cardiopatie misconosciute e delle sindromi “QT lungo” e “Brugada” Lo screening ha  l’obiettivo di svelare eventuali anomalie o cardiopatie congenite fino ad ora ignorate. Il progetto, oltre che dal presidente di Comocuore Dott. Giovanni Ferrari, è coordinato dal Prof. Peter Schwartz, esperto di fama internazionale nel campo delle cardiopatie di origine genetica, direttore del Centro di cardiologia genetica dell’Istituto Auxologico di Milano.

Questo è il calendario del mese di novembre con le due scuole che saranno monitorate:

Martedì 11 novembre dalle ore 14 alle ore 16 la Scuola primaria Filippo Corridoni di Via Sinigaglia 10 a Como.

Giovedì 13 novembre (9.30-12.30 Scuola Corridoni).

Martedì 18 novembre (14-16 Scuola Corridoni).

Giovedì 20 novembre (9.30-12.30 Scuola Corridoni).

Martedì 25 novembre (14-16 Scuola primaria Fabio Filzi Via Friuli 10 Tavernola).

Giovedì 27 novembre (9.30-12.30 Scuola Filzi).

Comocuore è impegnata da anni nella lotta alla morte improvvisa con l’”Operazione Salvagente” che ha portato alla diffusione della Defibrillazione precoce nel nostro territorio e anche in ambito regionale con la distribuzione dei defibrillatori semiautomatici e la diffusione nelle scuole superiori dell’apprendimento delle tecniche di rianimazione cardiopolmonare (RCP). Ogni anno in Italia si verificano circa 60.000 arresti cardiaci, di questi circa 1.000 riguardano giovani apparentemente sani che muoiono nelle palestre, sui campi di calcio e sui banchi di scuola. L’esecuzione di un elettrocardiogramma consente di rilevare la presenza di anomalie genetiche (“QT lungo”, “Sindrome di Brugada”) e altre cardiopatie fino ad ora ignorate, che porteranno ad ulteriori approfondimenti e alle necessarie cure (oggi molto efficaci) in grado di prevenire le gravi potenziali aritmie. Si tratta di un esame non invasivo, che richiede pochi minuti per la sua esecuzione e che darà tranquillità ai genitori. Naturalmente la partecipazione è volontaria, raccolta attraverso un consenso informato che verrà fornito alle famiglie.

Quello delle due scuole dell’Istituto Comprensivo Como Borgovico è il primo passo, che tuttavia costituisce una tappa fondamentale di questo ambizioso progetto di Comocuore, che intende abbracciare nella sua complessità tutte le scuole elementari della città di Como.

Ulteriori informazioni allo 031/27.88.62 e sul sito Internet www.comocuore.org.

Più informazioni su