CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Vincite alle slot col trucco:”Cosi’ mi hanno raggirato” (PARLA LA VITTIMA)

Vincite alle slot col trucco – Due cittadini cinesi sono stati fermati dai carabinieri del Radiomobile di Como e i loro colleghi della stazione di Gaggino Faloppio, condotti in caserma e poi denunciati a piede libero per il reato di frode informatica. I due cinesi erano in possesso di un programma sullo smartphone per mandare in tilt le slot machine e vincere così delle somme da capogiro in modo fraudolento. Il fermo dei due è avvenuto in un bar di Colverde, ma un fatto analogo si era registrato già il giorno prima in un esercizio di Como.

carabinieri cantu

In esclusiva per www.ciaocomo.it, ecco la testimonianza del gestore del bar di Colverde dove e’ avvenuto il fermo dei cinesi da parte dei carabinieri

“ Verso le 10.00 sono entrati nel mio bar due cinesi, un uomo sui quaranta e una donna sui trenta. Hanno chiesto una brioches e un bicchiere d’acqua e poi hanno iniziato subito a giocare con le slot. Dopo circa un quarto d’ora avevano già vinto circa 500 euro. Io e il mio socio ci siamo insospettiti oltre che per la vincita ingente per il fatto che i due continuavano ad armeggiare con il telefonino ed effettuare chiamate parlando in cinese con il loro interlocutore. Abbiamo subito chiamato il titolare dell’azienda che ci ha dato in concessione le slot il quale è arrivato nel giro di pochi minuti con le forze dell’ordine. Alla vista dei carabinieri l’uomo ha tentato di nascondere parte della vincita infilando i soldi in una taschina all’interno degli stivaletti. Quando gli ho visto aprire quella cerniera ho temuto che nascondesse un’arma. Dopo aver verificato che le macchine avevano subito una “forzatura” delle vincite, i militari hanno portato via i due cinesi”

Dopo una verifica sullo smartphone sequestrato, la conferma dell’applicazione installata che permetteva di influenzare il funzionamento del software delle slot, garantendo vincite a ripetizione. Sembra che la truffa sia presente in tutta la penisola, tanto che le forze dell’ordine invitano tutti i titolari di locali pubblici dove sono presenti slot machine a fare attenzione e segnalare subito i casi sospetti.