CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Rodero, la Lega alza le barricate contro i profughi:”Una scelta folle”

Rodero – Anche le ex caserme dei comuni più piccoli sacrificate all’accoglienza dei ‘profughi’. Partono da un minuscolo centro del comasco, Rodero, 1.276 abitanti, le nuove disposizioni per l’ospitalità agli sbarcati del ministro Alfano. La Lega alza le barricate. Il deputato comasco Nicola Molteni parla di “scelta folle” e ha portato al governo, in un’interrogazione sul caso, le proteste della cittadinanza, che ha già avviato una raccolta firme. “Il governo, spalleggiato dalla prefettura, sta condannando ad enormi disagi la popolazione di un piccolo centro come Rodero. Una simile pressione migratoria non è tollerabile per un comune di queste dimensioni”. “Le ex caserme – contesta il parlamentare leghista – devono essere usate per i nostri cittadini bisognosi, non per gli immigrati”. “Spazi, risorse e aiuti devono essere destinati innanzitutto ai cittadini di Rodero vittime della crisi”. Molteni, oggi in aula alla Camera nel corso della discussione sul dl Stadi, ha accusato il governo di aver “prelevato 130 miliardi di euro dai rimpatri per finanziare nuovamente l’accoglienza”. “Mettiamo fine a questa spirale perversa che alimenta, a nostre spese, l’invasione”.