Quantcast

Feldeine a Cantu’: LE SUE PRIME PAROLE

Feldeine a Cantu’ – E’ stato presentato ufficialmente questo pomeriggio il nuovo esterno dell’Acqua Vitasnella Cantu’, James Feldeine. A fare gli onori di casa il Presidente della Pallacanestro Cantù, Anna Cremascoli ed il Ds Della Fiori. Quest’utimo non ha nascosto la difficolta’ della trattativa:“James è stato l’ultimo acquisto e anche, per via degli impegni con la sua nazionale ai Campionati Mondiali, l’ultimo arrivo. Siamo felici di averlo potuto ingaggiare dato che lo seguivamo da un paio di stagioni. La trattativa si è prolungata perché il ragazzo aveva offerte all’estero più vantaggiose, però si è mostrato entusiasta di poter approdare in Italia e questo suo desiderio ha prevalso. Con lui chiudiamo il reparto esterni e possiamo iniziare a lavorare quasi al completo. Feldeine è un elemento molto duttile che ha fatto della gavetta, sa cosa vuol dire giocare in Europa ed è esperto di competizioni internazionali. Siamo quindi sicuri che potrà darci quella scaltrezza che magari a qualcuno di noi manca”.

Ad approfondire il discorso tecnico l’allenatore biancoblu, Stefano Sacripanti: “Per prima cosa ringrazio la società che ci ha aiutato molto per quest’ultimo acquisto. E’ stata una trattativa lunga e Daniele è stato davvero tenace a tenere la pista aperta quando sembrava invece che ormai fosse persa. Per questo il tassello per noi perfetto era proprio James perché è un ragazzo che ha una comprensione del gioco alta, sa fare tante cose e ha un’esperienza di 4 anni in Europa. E’ forse l’elemento più duttile della squadra e rientra dunque perfettamente negli equilibri del reparto con Stefano Gentile, Darius e , quando recupererà, Marco Laganà, un prospetto in cui crediamo tanto”.

Ultimo a intervenire proprio il nuovo giocatore arrivato dai mondiali dove ha giocato fino a pochi giorni fa: “Sono davvero entusiasta di essere qui. E’ stata una lunga estate perché sono rimasto molto tempo con la mia nazionale, ma sono eccitato per la mia prima esperienza in Italia, in una grande organizzazione come quella di Cantù che non dimentichiamoci ha un’incredibile tradizione cestistica. So anche che i nostri tifosi sono favolosi per cui non vedo l’ora di conoscere i miei compagni e iniziare ad allenarmi insieme a loro”.