Bordate leghiste per Lucini:”A casa, solo tasse e clandestini”

Bordate leghiste per LuciniBordate leghiste per Lucini – “Ecco i conti della vergogna: il sindaco Lucini e i suoi assessori stanziano 2milioni e 148mila euro dei comaschi per l’accoglienza dei clandestini nel triennio 2014-2017. La sinistra ha superato il limite, va sfrattata da Como”. Il deputato leghista Nicola Molteni punta il dito contro i costi (ricavati dal bando di Palazzo Cernezzi) dell’accoglienza dei cosiddetti ‘profughi’, alloggiati al centro di Prestino per un numero massimo di 50 alla volta. “E’ pura follia: il centro di Prestino nasce per accogliere i comaschi in difficoltà e l’amministrazione lo ha trasformato nella casa dei clandestini. E’ ormai chiaro che l’immigrazione è diventata fonte di guadagno per le cooperative dell’accoglienza e per i soliti sostenitori dell’ideologia buonista”.

molteni camera deputati“La giunta  – va avanti il parlamentare comasco – ha sottratto la struttura ai nostri bisognosi per regalarla ai clandestini, che mangiano, fumano, bevono, telefonano e alloggiano a sbafo. La loro permanenza qui ci costa 40 euro al giorno, più di quanto prenda un pensionato medio o molti operai. Questa è la sinistra: ‘bastonate’ ai comaschi, soldi e vizi ai clandestini. E intanto  – aggiunge uno scatenato Molteni – le tasse, in città, continuano ad aumentare. La Tasi sarà addirittura peggio dell’Imu 2012. La nostra città è diventata tristemente nota nel paese per gli insostenibili livelli di pressione fiscale. La giunta sta affamando i comaschi per mantenere gli immigrati. Questa amministrazione è una piaga per la città. Prima se ne va e meglio è per tutti”.