Quantcast

ComON e Accademia Galli portano la creatività a Milano Unica

Più informazioni su

LO SPAZIO COME VERTIGINE PROGETTUALE  è il titolo del progetto comON di quest’anno per la XIX di Milano Unica, il Salone Italiano del Tessile, in programma da oggi a giovedì a Fieramilanocity.

Il progetto è un incontro tra il mondo dell’Arte Contemporanea e l’Industria Tessile, un matching interpretato dagli studenti delle scuole creative di Como che, attraverso la creatività, la ricerca e l’innovazione proietteranno la visione di un panorama in grande evoluzione e sempre più attento alla richieste del mercato mondiale. Il tema dei materiali e della ricerca sul tessile offre il pretesto per indagare sulla creatività contemporanea, sempre in bilico tra la libertà “inutile” dell’arte e il vincolo “utile” del progetto oggettivo: l’unico, l’opera d’arte, l’originale irripetibile, sono diventati i segni di un passato artistico e artigianale, mentre ciò che è riprodotto, l’oggetto in serie, il duplicato, sono i segni del presente industriale. Ogni intervento è un racconto frutto di contingenze, di utopie, di scommesse progettuali, di umori espressivi, ogni segno ha una sua letterarietà, e il nostro progetto vuole semplicemente valorizzare questa narrazione.

Lo Spazio Come Vertigine Progettuale è un progetto coordinato da Marina Nelli e con la direzione artistica di Monica Sampietro  sviluppato da Unindustria Como in partnership con Accademia Galli e le scuole Centro Studi Casnati, ISIS Fausto Melotti Cantù, ISIS P. Carcano Setificio, IIS Da Vinci – Ripamonti.

 

Più informazioni su