Piscina Sinigaglia, la battaglia in Tribunale: subito un rinvio

Piscina Sinigaglia – Questa mattina in Tribunale a Como la prima udienza per l’accertamento tecnico preventivo sullo stato della vasca della piscina Sinigaglia. Il progettista e direttore dei lavori, l’architetto Ruggero Venelli, ha chiesto lo spostamento dell’udienza per chiamare in causa la propria assicurazione professionale e il collaudatore, l’ingegner Pietro Gilardoni (il collaudo venne chiuso nel 2008). Il Comune ha avviato il procedimento chiamando in causa in primo luogo l’impresa esecutrice dei lavori, la Fratelli Baronchelli di Milano e in seconda battuta, appunto, il direttore dei lavori, e Csu, in quanto gestore della piscina, e non ha ritenuto che sussistessero allo stato e sulla base della documentazione, i presupposti di fatto per il coinvolgimento del collaudatore.

L’udienza è stata aggiornata al 15 settembre e in quella sede verrà fissata la data per il sopralluogo dei periti incaricati. Ma vista l’urgenza di riaprire la piscina – come sottolineato oggi dallo stesso giudice in aula durante il dibattimento – il sopralluogo sarà fissato nei giorni successivi.