CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Tifosi Como seccati per l’amichevole annullata

Tifosi Como seccati – I tifosi ci sono rimasti male. Molti di loro non sapevano nulla e lo hanno scoperto allo stadio Sinigaglia quando sono arrivati: speravano di vedere il Como all’opera contro l’Equipe Lombardia, hanno visto lo stadio deserto e il terreno verde dello stadio. Niente altro. L’amichevole di ieri pomeriggio cancellata a poco dal suo inizio. E così molti, come testimoniato dalle immagini di ieri dallo stadio, ci sono rimasti male ed hanno contestato modi e modalità di questo annullamento.

Due mail in queste ore in redazione per chiedere conto di questo annullamento.

Buongiorno a tutti, io ieri ho letto CiaoComo nel pomeriggio e non avevato la notizia dell’annullamento. Presumo, quindi, che anche voi non lo sapevate. Mi chiedo e vi chiedo: ma come è possibile decidere di non giocare senza comunicarlo a nessuno, stampa compresa ??

Franco da Breccia, con viva cordialità

tifosi como seccati

Io sono uno dei tifosi che, come avete scritto sul vostro sito, ieri era allo stadio Sinigaglia. Non sapevo nulla e l’ho scoperto lì. A parte la rabbia di aver perso un pomeriggio per una partita che non c’è stata, mi sono chiesto visto che la motivazione ufficiale è l’impraticabilità del terreno di gioco: ma era così impraticabile il terreno ? L’ho visto e sinceramente non mi sembrava così orrendo. Tanto più che alle 17 c’era il sole sullo stadio. Ma poi, scusate: se la squadra si è allenata ad Orsenigo e non si voleva rovinare il campo, perchè l’amichevole non è stata giocata lì, ad Orsenigo ? Questo me lo dovete spiegare…

Un tifoso della curva

 

Risponde il direttore, Marco Romualdi.

Al signor Franco di Breccia dico che è vero. Neppure noi, caro Franco, lo sapevamo di questo annullamento. Tanto è vero che alle 17 il nostro Mario Molteni, per seguire via web la gara, era allo stadio e lui l’ha scoperto lì. Ce ne dispiace, ma crediamo che forse, nell’era della tecnologia, il Como avrebbe potuto usare altri strumenti per informare anche i media: magari un più immediato sms. Noi – va detto per onestà di cronaca – abbiamo ricevuto dall’Ufficio stampa del Como una mail di annullamento alle ore 15,37, meno di un’ora e mezza prima dell’avvio della partita. La notizia è stata anche pubblicata sul sito del club in bella evidenza, ma forse troppo tardi per evitare che chi si stava muovendo rimanesse a casa.

Seconda domanda: la risposta la giriamo al Calcio Como visto che noi siamo certo noi a dovere dire il perchè di questa scelta. Mi pare, comunque, legittima la decisione della società di preservare il terreno di gioco dopo tanta acqua caduta – ne avrebbe sicuramente risentito in modo pesante il manto del Sinigaglia in vista dei prossimi mimpegni – però mi pare vero anche quello che scrive nella mail il tifoso della curva: forse, viste le condizioni climatiche, si poteva andare tutti ad Orsenigo e giocare lo stesso sul sintetico. Perchè non è stato fatto ? Lo chiediamo anche noi alla società….

 

Ma dopo tante polemiche su questa amichevole annullata anche un sorriso. E’ quello che ci ha strappato il papà di questo piccolo tifoso azzurro che ieri, nonostante la partita cancellata, è andato lo stesso allo stadio. E poi ha avuto anche l’occasione di entrare sul terreno di gioco e mostrare le sue doti tecniche. “Mio figlio era felice di aver messo piede sull’erba del Sinigaglia”, ci ha scritto il padre del piccolo che ci ha allegato anche questo bel video che proponiamo ai nostri lettori.

 

[su_youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=GIWwoS29Z-Q”]https://www.youtube.com/watch?v=aI6UGaF4rWw[/su_youtube]

 

La squadra, intanto, resta a riposo oggi. La ripresa della preparazione ad Orsenigo è prevista per domani pomeriggio quando il capitano Ardito e mister Colella saranno a disposizione della stampa per il punto della situazione. Settimana che porta dritti al debutto stagionale: domenica la Coppa Italia Tim al Sinigaglia con il Matelica. Mercoledì pomeriggio (ore 17) amichevole a Carate Brianza.