CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Erba sotto choc dopo il delitto di Arcellasco: uccisa dal figlio

Erba sotto choc – E’ ancora la cittadina brianzola ad essere al centro della cronaca. Dopo diversi anni dalla tremenda strage di via Diaz, Erba rivive un incubo anche se tutto qui è già definiti nella sua drammaticità. Oggi Massimo Rosa, 60 anni – che viveva con la madre e il fratello Sandro in via Verri, zona di Arcellasco – sulla strada che porta verso Longone – ha preso una vecchia pistola di suo nonno e ha sparato alla anziana madre di 89 anni, Luigia Castelnuovo. Un solo colpo alla tempia. Per la donna, invalida da tempo, non c’è stato nulla da fare. Morta sul colpo. Poi lo stesso Rosa ha chiamato i soccorsi ed i carabinieri al 112.

erba sotto choc

Il fratello sandro, nel piano di sopra, stava dormendo. Ha sentito il colpo, è andato a vedere cosa era successo, ha visto il fratello con la pistola. “Non ce la facevo più a vederla in questo modo”, avrebbe detto prima di crollare in un pianto quasi liberatorio. La donna, infatti, era a letto, invalida, da anni, accudita dai due figli. In via Verri grande spiegamento di forze dell’ordine ed il 118. Ma per la donna nulla da fare

erba sotto choc

Massimo Rosa è stato poi portato in caserma a Erba e sentito dai militari alla presenza anche del Pm di Turno in Procura a Como. Ora si attende il provvedimento nei suoi confronti: dovrebbe scattare il fermo per omicidio premeditato. Sotto choc il fratello e l’intera comunità erbese.

erba sotto choc