CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Niente domiciliari, Pisani resta in carcere

Più informazioni su

Nessuna concessione per il vice-comandante della Polstrada di Como finito al Bassone ormai da più di una settimana. La richiesta dei suoi legali non è stata accolta. Resta a casa sua a Milano anche il comandante Compostella. Il Gip Lo Gatto deve ancora sciogliere la riserva sulla sospensione dal servizio.

 

 

Nessuna concessione, nessuna attenuazione delle misure cautelari adottate dal Gip di Como Maria Luisa Lo Gatto una settimana fa. Lo stesso giudice del Tribunale di Como ha respinto le richieste avanzate dai difensori degli indagati nell’ambito dell’indagine sui presunti abusi all’ufficio verbali della polizia stradale di Como. E così resta al Bassone – in regime di detenzione – il vice comandante della Stradale Gianpiero Pisani, accusato di falso, abuso d’ufficio e truffa. I suoi legali avevano sollecitato i domiciliari: niente da fare. Ai domiciliari nella sua casa di Milano il comandante Patrizio Compostella anche se i suoi legali avevano sollecitato la scarcerazione. Va detto che sia Pisani che Compostella sono già stati sospesi dalla Polizia di Stato con un provvedimento di natura amministrativa.

E il giudice Lo Gatto non non ha ancora sciolto la riserva sulla sospensione dal servizio sollecitata dal Pm che ha condotto questa inchiesta, Massimo Astori. A finire nel mirino del magistrato, in particolare, il medico della Questura Angela Napolitano e il responsabile dell’ufficio verbali della polizia locale Davide Gaspa. Inchiesta non ancora conclusa. Ecco perchè forse il giudice ha preferito lasciare indagati e arrestati dove si trovano, senza modificare alcunchè.

Più informazioni su