CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Giorno dell’interrogatorio: Pisani dal Gip

Più informazioni su

Giornata importante nell’inchiesta sulle irregolarità che la Procura di Como e il Pm Astori contestano ai vertici della Polstrada lariana. Ma dagli accertamenti salta fuori anche un particolare choc: ricorsi sulle multe presentati da un prestanome morto due anni prima. Da non credere.

 

 

E’ il giorno dell’interrogatorio. Il vice-comandante della Polstrada di Como, Gianpiero Pisani, di fronte al Gip che ha firmato la sua ordinanza di custodia cautelare in cella per falso e abuso d’ufficio nella vicenda delle multe sparite e mai notificate agli automobilisti. Secondo i magistrati oltre a far “sparire” migliaia di multe, i vertici della Polstrada lariana avrebbero anche provveduto a presentare tanti ricorsi su contravvenzioni comminate con autovelox e tutor. E addirittura dall’inchiesta coordinata dal Pm Massimo Astori spunta un’altra circostanza: quella secondo cui molti ricorsi sarebbero stati sottoscritti da un prestanome morto due anni prima. Il comandante Compostella, intanto, fa sapere tramite il suo legale di avere i documenti per essere scagionato dalle gravi accuse mosse.

Più informazioni su