CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

Vitasnella: grande rimonta, ma non basta

Più informazioni su

I brianzoli inseguono per quasi quattro tempi, poi sorpassano la Pasta Reggia Caserta a pochi secondi dalla sirena. Sembra fatta, ma Moore e Brooks fanno rialzare la testa alla formazione campana. L’ex Gentile migliore realizzatore. Amaro ritorno per coach Sacripanti.

 

 

Una grande rimonta, ma non basta. E così arriva la sconfitta esterna per l’Acqua Vitasnella che si arrende nel finale alla Pasta Reggia Caserta per 64 a 60. Per Pino Sacripanti un ritorno a Caserta senza gioia dopo una gara intensa. Inizio positivo per Cantù che con Aradori e la bomba di Leunen si porta sul 5 – 0 dopo due minuti. La Juve non ci sta e con la tripla di Roberts e la penetrazione di Mordente impatta a quota 5. Poi i padroni di casa prendono il largo: Moore colpisce Cantù e la Pasta Reggia chiude davanti il primo tempo 24-14. L’avvio di seconda frazione è favorevole alla Juve che con un break di 5 a 0 firmato Roberts- Vitali scappa sul +15 (29 a 14) a 8 minuti dall’intervallo. L’appoggio di Michelori vale addirittura il +17 interno (31 a 14). L’Acqua Vitasnella cerca di non mollare con la zona e la tripla in transizione di Gentile, ma i padroni di casa, grazie al canestro di Scott, continuano a condurre per 33 a 17 a metà del secondo quarto. Cantù non ci sta e con il tiro pesante di Leunen torna a -13 (33 a 20) a due minuti e mezzo dal termine del primo tempo. I biancoblu alzano l’intensità in difesa e con un parziale di 4 a 0, targato Leunen- Cusin, si avvicinano sul -9 (33 a 24) dell’intervallo.

Si va avanti così anche nella terza frazione. Caserta spinge, Cantù si rifà sotto e non molla. Ragland colpisce dalla lunga, Moore lo imita subito, Gentile in penetrazione realizza il -10 ospite (47 a 37). I due liberi di Roberts valgono il +12 per la Pasta Reggia (49 a 37) a due minuti e mezzo dalla fine della frazione. La formazione di coach Sacripanti non molla, si schiera a zona e con i punti di Uter e Gentile torna a -9 (49 a 40). Gentile segna in rovesciata, Vitali gli risponde subito e mantiene i campani avanti di 9 punti (51 a 42) al termine del terzo quarto. L’ultimo periodo inizia bene per caserta. Cantù reagisce e con la rubata di Gentile e la schiacciata di Uter si avvicina sul -8 (55 a 47). Il tiro dalla media di Uter riporta i biancoblu a -6 (55 a 49) a metà dell’ultima frazione. Michelori non sbaglia dalla lunetta, Gentile insacca la bomba del -5  (57 a 52). Il gioco da tre punti di Cusin riapre definitivamente la contesa facendo rientrare gli ospiti sul -2 (57 a 55) a due minuti dalla sirena. L’Acqua Vitasnella sfrutta un fallo tecnico fischiato agli avversari e con i liberi di Gentile e una tripla di Leunen sorpassa sul 60 a 57 a 90 secondi dalla fine della partita. Caserta non ci sta e con 4 a 0 tutto firmato Brooks torna avanti sul 61 a 60. Moore infila un libero, Brooks due e la Pasta  Reggia conquista il successo che lascia l’amaro in bocca ai brianzoli. Una grande rimonta vanificata sul finale. Peccato.

 

IL TABELLINO

PASTA REGGIA CASERTA  64

ACQUA VITASNELLA CANTU’  60

(parziali 24- 14, 33- 24, 51- 42)

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Abass, Jones, Uter 6, Rullo, Leunen 11, Jenkins 3, Ragland 6, Marconato ne, Aradori 9, Cusin 7, Gentile 18. All. Sacripanti.

PASTA REGGIA CASERTA: Mordente 2, Marzaioli ne, Marini ne, Vitali 9, Tommasini, Michelori 4, Brooks 15, Roberts 17, Moore 15, Scott 2, Easley. All. Molin

Arbitri: Baldini, Sahin, Lo Guzzo

 

Più informazioni su