CiaoComo - Notizie in tempo reale, news a como di cronaca, politica, economia

ESCLUSIVO: Arrighi parla dal carcere

Più informazioni su

Il commerciante di Como, condannato in via definitiva a 30 anni per il delitto di Giacomo Brambilla con successiva decapitazione, portavoce di un gruppo di detenuti che hanno preso parte ad un corso di pittura con Angiola Tremonti. Stamane la presentazione al Bassone dei “murales” fatti da loro. IL VIDEO.

  

E’ sempre il solito. Lo sguardo intelligente, vispo, che ti cattura. Un saluto cordiale e poi a sedersi nella sala dove c’è la presentazione dei murales – davvero belli – realizzati da un gruppo di detenuti del Bassone sotto la supervisione dell’insegnante e dell’artista Angiola Tremonti, sorella dell’ex ministro Giulio. Alberto Arrighi viene poi scelto dai detenuti per rappresentarli nella presentazione della loro iniziativa. Ed ecco, a CiaoComo, le sue parole pronunciate stamane nel carcere del Bassone durante la presentazione di questa iniziativa.

 

 

{youtube}W86200kq1Is{/youtube}

 

 

Arrighi sta scontando una condanna definitiva a 30 anni di carcere per l’omicidio – con successiva orrenda decapitazione – di Giacomo Brambilla, episodio avvenuto nel suo negozio di armi di via Garibaldi. E lo stesso ex commerciante, uno dei più attivi nelle attività in carcere come assicurano agenti di polizia penitenziaria, ha poi letto un ringraziamento anche ad Angiola Tremonti da parte di un detenuto straniero che ha affidato a lui i suoi pensieri. Eccoli.

 

{youtube}uri54iHDh_8{/youtube}

 

 

 

Più informazioni su